Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il crack Rizzoli nelle cronache e nei commenti del Corriere della Sera

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 un’industria protetta e in grazia di questo poteva permettersi criteri di gestione antieconomici 5 . Ma tornando al Corriere, sul tema del protezionismo, intanto, Benigno Crespi non interferiva nella linea del giornale, lasciando che fosse il direttore ad occuparsi di tali faccende. Non interferì neanche quando “la linea liberista e antiprotezionista del Corriere si rivelò in contrasto con i suoi interessi di industriale cotoniero 6 ”. Nel 1895, però, a causa di problemi economici, Torelli Viollier dovette vendere parte delle sue carature a due industriali, Ernesto De Angeli e Giovan Battista Pirelli. Questi due nuovi soci tentarono più volte di influenzare la linea del giornale, ma Torelli cercò di resistere alle loro pressioni. Nel giornale si cominciavano ad intravedere due linee, quella conservatrice di chi, come il caratista De Angeli, voleva che tutti i benefici andassero a favore dell’industria e quella che definirei liberale con l’aggiunta d’interventi sociali, sostenuta dall’immancabile Torelli Viollier e da Benigno Crespi. È già possibile intuire, da tale dicotomia all’interno della proprietà, le diverse posizioni che diventeranno chiare in seguito fra industria pesante e industria tessile, la prima a favore di una politica autoritaria e protezionistica, mentre la seconda favorisce la politica liberale ed il libero scambio. 5 Mack Smith Denis, Storia d’Italia dal 1861 al 1997, La Terza, Roma-Bari, 1998, pp.188 6 Licata Glauco, Storia del Corriere della sera, Milano, Rizzoli, 1976, p. 47

Anteprima della Tesi di Fabio Barraco

Anteprima della tesi: Il crack Rizzoli nelle cronache e nei commenti del Corriere della Sera, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Fabio Barraco Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1789 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.