Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il passaggio all'euro tra percezione e realtà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 L'adattamento all'Euro rappresenta una sfida per i cittadini Europei, dato che la moneta non è un semplice oggetto tecnico o economico ma, come si è visto, un'espressione dei valori complessivi di una società. L'introduzione all'Euro ha comportato innanzitutto problemi di calcolo. In primo luogo, i tassi di conversione ufficiali consistono in sei cifre e ciò rende più complicati i calcoli per i consumatori. In secondo luogo, esistono difficoltà legate alle regole di conversione e di arrotondamento quando si vuole passare da un importo in Euro equivalente con la vecchia denominazione e viceversa. Ci si è dovuti abituare ad una quantità diversa di banconote e monete metalliche in tasca e ad una scala diversa di valori espressi dalle banconote e monete metalliche (ad esempio, il consumatore belga conosce solo cinque tipi di monete mentre quello francese nove). Ulteriori difficoltà di ordine pratico sono rappresentate dal fatto che in al- cuni paesi, ad esempio, non esistono i centesimi oppure in alcuni paesi la circolazione media delle banconote per abitante è di gran lunga superiore rispetto ad altri (es. 21 banconote per abitante in Finlandia contro le 51 in Austria). Gli italiani, che erano soliti utilizzare le monete metalliche solo per spese di poco conto, con l'Euro hanno imparato a riconoscere il valore elevato delle monete. Ancor più grave è il rischio di confusione delle scale di valori; la comparsa dell'Euro ha portato a dividere prezzi e valori con cifre talvolta elevate: u- n'errata valutazione di tali valori può comportare un cambiamento di atteg- giamento dei cittadini e influire sul loro reddito portandoli ad astenersi da determinate spese o, al contrario, spingendoli verso un iperconsumo.

Anteprima della Tesi di Silvia Solazzi

Anteprima della tesi: Il passaggio all'euro tra percezione e realtà, Pagina 8

Diploma di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Silvia Solazzi Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2453 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.