Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I monopoli fiscali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 1.2-Il corrispettivo pecuniario del genere di monopolio: natura giuridica. In dottrina è discussa la natura giuridica del corrispettivo pecuniario del genere di monopolio. Parte di essa (Alessi, Giannini) afferma che la somma pagata per ottenere il bene o il servizio procurato in regime di monopolio non può e non deve essere considerata come una tassa. Difatti, partendo dalla definizione stessa di tassa (corrispettivo pecuniario di un servizio divisibile reso da un ente pubblico in correlazione all'esercizio di un servizio pubblico ad es.: tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) tale posizione ritiene che nel caso del monopolio fiscale non si possa parlare né di servizio pubblico né di esistenza di rapporto pubblicistico tra produttore o venditore e fruitore del bene. Si afferma, quindi, che il corrispettivo pecuniario del servizio prestato in regime di monopolio fiscale non è altro che il prezzo del bene o servizio fornito facendo esso riferimento ad un rapporto privatistico di compravendita al quale si aggiunge la finalità fiscale dell'entrata pecuniaria che lo Stato si riserva in via esclusiva, diversamente da quanto si verifica quando servizi pubblici sono esercitati in regime monopolistico nei quali si sottolinea il rapporto di natura pubblicistico tra servizio reso alla collettività e la corrispondente tassa pagata dai cittadini. In altri termini, secondo tale posizione, il monopolio è un generico mezzo fiscale tramite il quale lo Stato si procura un'entrata erariale (definizione già precedentemente riferita e sulla quale tutti concordano). L'altra posizione dottrinale afferma che i monopoli fiscali nel loro insieme sono da considerare come una particolare forma di imposizione tributaria della stessa specie delle imposte indirette (classificata generalmente come imposta di

Anteprima della Tesi di Ernesto de Feo

Anteprima della tesi: I monopoli fiscali, Pagina 3

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Ernesto de Feo Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3517 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.