Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I prezzi predatori e la concorrenza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

ALCUNE NOZIONI PRELIMINARI United Brands), di colmare questa lacuna attraverso le metodologie elaborate dalle scienze economiche nel tentativo di misurare il potere di mercato di un’impresa. A questo scopo risulta preliminare l’individuazione del mercato rilevante. Nella valutazione della posizione dominante esso gioca un ruolo decisivo, infatti il potere di un’impresa risulta, in sostanza, inversamente proporzionale all’ampiezza del mercato considerato, più è estesa la definizione di quest’ultimo, minore risulterà il potere relativo dell’impresa in esame. Il mercato rilevante è la risultante di due variabili: a) il mercato del prodotto, ovvero quello formato da “tutti i prodotti o servizi che sono considerati intercambiabili o sostituibili dal consumatore in ragione delle caratteristiche dei prodotti, dei loro prezzi e dell’uso al quale sono destinati” 13 ; b) il mercato geografico, che comprende “l’area nella quale le imprese in causa forniscono o acquistano prodotti o servizi, nella quale le condizioni di concorrenza sono sufficientemente omogenee e che può essere tenuta distinta dalle zone contigue perché in queste ultime le condizioni di concorrenza sono sensibilmente diverse” 14 . Per definire le suddette variabili la Commissione si basa su due criteri: a) La sostituibilità sul versante della domanda: misura il grado di intercambiabilità dei prodotti dalla prospettiva del consumatore mediante l’analisi della variazione della domanda di un bene al variare del prezzo degli altri (elasticità incrociata della domanda). b) La sostituibilità sul versante dell’offerta: valuta la capacità dell’impresa di modificare rapidamente il proprio processo 12 CG, 14 febbraio 1978, C-27/76, United Brands/Commissione, in Raccolta, 1978, pag. 207. 13 Comunicazione della Commissione, CE 97/C 372/03. 14 Comunicazione, cit.

Anteprima della Tesi di Mauro Mammina

Anteprima della tesi: I prezzi predatori e la concorrenza, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mauro Mammina Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12770 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 41 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.