Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del ruolo e delle politiche del Fondo Monetario Internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. Gestazione e nascita del sistema monetario disegnato dagli accordi di Bretton Woods 1.1 Fine dell’età dell’oro La caduta del gold standard come sistema monetario internazionale si ebbe innanzitutto con la prima guerra mondiale e successivamente, dopo un tentativo di reintroduzione a metà degli anni venti, con la grande depressione, dal ’29 agli anni’30. Fino allo scoppio della prima guerra mondiale c’era stato consenso unanime intorno alle doti riequilibriatrici del gold standard, accompagnate da un’ottimistica fiducia nelle “magnifiche sorti e progressive” del sistema economico internazionale. Quest’ultimo era caratterizzato, per il periodo che va dal 1870 al 1913, da una notevole intensificazione degli scambi commerciali internazionali e da un turbolento processo di convergenza nello sviluppo industriale da parte di numerosi paesi (Stati Uniti, Germania, Francia), fino ad allora in ritardo rispetto alla nazione guida, l’Inghilterra. Le teorie economiche liberiste fornivano una base scientifica all’attuazione, da parte dei governi, di politiche che miravano a promuovere un più libero scambio tra le nazioni. Si riteneva, poi, che il legame delle valute ad una merce di riferimento –l’oro- ed alla sua distribuzione tra i paesi fosse una legge “naturale” cui il sistema monetario internazionale doveva, altrettanto naturalmente, sottostare 1 . Gli afflussi e i deflussi d’oro tra le banche centrali, derivanti dai commerci internazionali, garantivano un aggiustamento automatico di eventuali squilibri nelle bilance dei pagamenti e conferivano al sistema, ed ai tassi di cambio fissi tra valute in esso previsti, una credibilità da parte 1 CESARANO, Filippo “Gli accordi di Bretton Woods: la costruzione di un ordine monetario internazionale”, Roma ed. Laterza, 2000, pag. 13.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Nobile

Anteprima della tesi: L'evoluzione del ruolo e delle politiche del Fondo Monetario Internazionale, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Nobile Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6359 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.