Skip to content

Un nuovo approccio allo sviluppo territoriale: il marketing d'area ed alcune esperienze di agenzie europee

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Gli investimenti di acquisizione e/o fusione, invece, sono indirizzati ad assumere il controllo di altre unità già esistenti. L’impatto occupazionale degli investimenti di acquisizione è meno significativo perché piuttosto che assumere nuovi addetti, come nel caso degli investimenti a prato verde, si cerca di ristrutturare o di riconvertire le attività produttive acquisite per ridimensionare i propri organici e tutte le attività d’indotto superflue. Questo potrebbe provocare alti livelli di disoccupazione non sempre assorbibili nel breve periodo. Il Paese che ospita investimenti diretti può beneficiare di un aumento dello stock di capitale che, oltre a garantire un uso più efficiente delle risorse esistenti e di quelle sotto-utilizzate, consente almeno teoricamente d’innalzare il livello di produttività locale. Conseguentemente a tale assorbimento di ricchezza, diversi sono gli effetti da considerare nell’area: - i primi sono gli effetti “moltiplicativi”, che dovrebbero movimentare l’ingranaggio economico, soprattutto nell’ottica della nascita e dello sviluppo delle imprese locali che forniscono inputs o assorbono gli outputs dell’impresa estera; - da contraltare, si possono verificare effetti di “spiazzamento 19 ” dovuti sia alla difficoltà di accesso al capitale nazionale sia a quello di concentrare un discreto numero di imprese concorrenti in una determinata area superando la massa critica che consentirebbe alle imprese locali di sopravvivere. Se con gli investimenti greenfield, all’aumento dello stock di capitale corrisponde un aumento occupazionale, tale relazione potrebbe non sussistere con gli investimenti di merger & acquisitions. Infatti, non pochi sono i casi di aumento di investimenti sul territorio non accompagnati da una crescita occupazionale. L’importanza degli IDE deve essere valutata anche alla luce dei risvolti innovativo- tecnologici susseguenti al loro assorbimento. Da più parti è stato sottolineato il ruolo delle imprese multinazionali nel generare innovazioni di “prodotto” e di “processo” per il loro maggiore impegno finanziario nelle attività di R&S. 20 Ne deriva che: - gli IDE rappresentano uno strumento incisivo per l’innovazione e il trasferimento tecnologico; - è possibile accedere a conoscenze “tacite”, altrimenti non reperibili,imitando routine 21 che la casa-madre cerca di replicare nelle proprie consociate estere; - il diverso spirito innovativo che anima le IMN rappresenta un importante opportunità per formare il personale locale e per dirigerlo verso nuovi mercati nazionali diventando esso stesso un’esternalità positiva da offrire nel proprio pacchetto localizzativo; - si potrebbero attivare relazioni di partnership e di collaborazione con le imprese locali elevando la competitività delle aziende coinvolte soprattutto nel settore manageriale e tecnologico; 19 In altri termini, il rischio è quello del superamento di livelli massimi di accoglienza di imprese estere concorrenti, tale da provocare forti disagi alle imprese già localizzate sul territorio. 20 F. MOMIGLIANO, “ Economia industriale e teoria dell’impresa ”, cit., p. 411; J. B. QUINN, << Technology Transfer by Multinational Companies >>, Harvard Business Review, November- December 1969; K. PAVITT e P. PATEL, << Technological Strategies of the World’s Largest Companies >>, Science and Public Policy, n.18, 1991. 21 Per routine s’intende il “gene” che regolamenta il comportamento organizzativo d’impresa e pertanto è indispensabile replicarlo nelle filiali o consociate dell’IMN. R. R. NELSON e S. G. WINTER, “ An Evolutionary Theory of Economic Change ”, Harvard University Press, Cambridge (Mass.) 1982, pp. 112-136.
Anteprima della tesi: Un nuovo approccio allo sviluppo territoriale: il marketing d'area ed alcune esperienze di agenzie europee, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Un nuovo approccio allo sviluppo territoriale: il marketing d'area ed alcune esperienze di agenzie europee

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea D'orazio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Massimo Paoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi