Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il corpo ritrovato. Intervento educativo con donne operate di tumore al seno attraverso la metodologia della Biodanza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 CAPITOLO 3 EDUCARE AL CORPO VISSUTO “Dietro i tuoi pensieri e sentimenti, fratello, sta un padrone più potente, un saggio ignoto che si chiama Sé. Abita nel tuo corpo, è il tuo corpo. […] Ai dispregiatori del corpo voglio dire una parola. Essi non devono, secondo me, imparare o insegnare ricominciando daccapo, bensì devono dire addio al proprio corpo, e così amutolire” Friedrich Nietzsche, Così parlò Zaratustra 33 “Il corpo è l’unico mezzo che io ho per andare al cuore delle cose” Maurice Merleau-Ponty, 1970 “Solo attraverso il mezzo della corporeità io sono presente nel mondo ed il mondo diventa presente a me: solo attraverso questo mezzo opero nel mondo ed entro nella molteplice connessione attiva delle cose e degli uomini nel mondo” Emerich Coreth, Antropologia filosofica 34 1. Il corpo, vissuto e femminile Nella malattia e in particolare nel tumore al seno, il corpo assume una centralità particolare sia per la sofferenza determinata dalla malattia sia perché diviene metafora concreta di vissuti ed aspettative. Freud nel 1923 scrive che “[…] dal mondo delle percezioni emerge la percezione del proprio corpo. Anche il dolore [fisico] sembra svolgervi una certa funzione, e il modo in cui in determinate malattie dolorose si ricava una nuova conoscenza relativa ai propri organi è forse paradigmatico per il modo in cui si perviene in generale alla rappresentazione del proprio corpo. L’Io è anzitutto un’entità corporea, non è soltanto un’entità superficiale, ma anche la proiezione di una superficie. […] Esso è prima di ogni altra cosa un Io-corpo” 35 . In un corpo leso, dunque, s’identificherà un Io non più integro, con conseguenti cali dell’autostima, che possono arrivare al punto di demandare ad altri ogni decisione, 33 NIETZSCHE, F., Così parlò Zaratustra (trad. dal tedesco), UTET, Torino, 1964, pp. 60-61 34 CORETH, E., Antropologia filosofica (trad. dal tedesco), Morcelliana, Brescia, 1991³, p. 145 35 FREUD, S., L’Io e l’Es (trad. dal tedesco), in Freud, S., Opere, Boringhieri, Torino, 1977, vol. 9, pp. 488, 490

Anteprima della Tesi di Isabella Casadio

Anteprima della tesi: Il corpo ritrovato. Intervento educativo con donne operate di tumore al seno attraverso la metodologia della Biodanza, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Isabella Casadio Contatta »

Composta da 310 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7704 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.