Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aste a chiamata, controllo dei prezzi ed esperimenti con agenti umani ed artificiali in un modello di simulazione di borsa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

pensi, in proposito, all'attivazione del servizio Ddb (Diffusione dati Borsa) e alla crescente disponibilità di servizi di informazione finanziaria in rete distribuiti da operatori specializzati. Si può dunque in generale affermare che il nuovo sistema telematico, se per un verso costituisce la struttura portante delle modalità di contrattazione mediante asta continua, per altro verso consente, tramite il collegamento in rete, di disporre di un'informazione tempestiva e diffusa su tutti i dati di mercato e sulla dinamica delle proposte. 1.3 Evoluzione normativa e situazione attuale Fino al 1991 la Borsa Valori è stato un mercato organizzato, regolamentato e pubblico, in cui le regole operative erano fissate dalla legge e dagli organi di controllo; da quell’anno scattarono le direttive della Comunità Europea sull’intermediazione mobiliare e i servizi di investimento, ponendo le premesse per la "privatizzazione" dei mercati finanziari. Attraverso la legge n.1 del 2 Gennaio 1991 è stato istituito il Consiglio di Borsa (divenuto operativo nel Febbraio 1993) con il compito di gestire il mercato mobiliare nel suo complesso; tutte le competenze organizzative, tecniche e consultive dei precedenti organi locali sono state accentrate nell’unico organo di autogoverno pubblicistico creato, mentre l’attività di vigilanza, gestione e organizzazione dei mercati è rimasta in capo alla CONSOB. Con il Decreto Legislativo EUROSIM, n.415 del 23 luglio 1996, l’attività di organizzazione e gestione dei mercati regolamentati è passata dal controllo di organismi pubblici, ad attività d’impresa privata esercitata da società per azioni: questo è stato il segnale della trasformazione dei mercati regolamentati da pubblici a privati. La gestione dei mercati regolamentati già esistenti (Borsa Valori, il Mercato Ristretto, l’IDEM, l’MTS, e il MIF) è stata affidata a due società di gestione opportunamente costituite e controllate da intermediari finanziari: BORSA ITALIANA S.p.A., MTS S.p.A. 17

Anteprima della Tesi di Paolo Mezzera

Anteprima della tesi: Aste a chiamata, controllo dei prezzi ed esperimenti con agenti umani ed artificiali in un modello di simulazione di borsa, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Paolo Mezzera Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1687 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.