Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dottrina Bush. Un'analisi storica e critica.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La tecnologia è vista come un potente strumento che può favorire i terroristi: “Terrorists are organized to penetrate open societies and to turn the power of modern technologies against us” e “The gravest danger our Nation faces lies at the crossroads of radicalism and technology”. 11 Le armi di distruzione di massa (WMD), l’apice di queste tecnologie, sono considerate una minaccia seria e concreta. I documenti strategici tendono, quindi, a prendere le distanze dal terrorismo “tradizionale”: “While terrorism is not new, today’s terrorist threat is different from that of the past” 12 . 11 White House, The National Security Strategy of the United States of America, Washington, settembre 2002, lettera di accompagnamento del Presidente 12 White House, National Strategy for Combating Terrorism, Washington, febbraio 2003, pag. 10

Anteprima della Tesi di Francesco Francescaglia

Anteprima della tesi: La dottrina Bush. Un'analisi storica e critica., Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Francescaglia Contatta »

Composta da 311 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5649 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.