Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Distribuzione del software in rete: un tool Peer-to-Peer basato su metafore grafiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I Modelli Architetturali 6 Analizzando business model differenti si possono notare alcune caratteristiche fondamentali comuni a tutti: ogni business model, infatti, deve essere composto da uno o più business role e da almeno una business relationship tra questi business role. Per business role s’intende ogni entità indipendente che prende parte al business model e che può essere rappresentata da una singola persona, da una azienda, da un componente software più o meno complesso, ecc.. Per business relationship, invece, s’intende la relazione d’interazione che intercorre tra due business role differenti, oppure tra un business role e se stesso: può essere costituita, ad esempio, dalla stipula di un contratto tra i due business role o dalla fornitura di un particolare servizio. Nel successivo paragrafo 1.2.1, si noterà che queste componenti fondamentali possono assumere nomi differenti secondo il business model analizzato: ad esempio il business role può essere indicato anche con il termine actor, oppure la business relationship con value activity. 1.2.1. Alcuni esempi di Business Model Di seguito si presentano in modo sintetico gli aspetti fondamentali di alcuni business model che, singolarmente, sono stati utili per il successivo sviluppo di una propria proposta di business model. 1.2.1.1. TINA Business Model L’architettura TINA ([12] e [13]), il cui business model è riportato in Figura 1.1, è stata definita e sviluppata dal Telecommunications Information Networking Architecture (TINA) Consortium ([53]), un consorzio internazionale costituito da numerosi operatori delle telecomunicazioni (tra cui Telecom Italia [54]) il cui fine è realizzare un’architettura di tipo open adattabile ad ogni genere di sistema di telecomunicazioni.

Anteprima della Tesi di Fabrizio Lamberti

Anteprima della tesi: Distribuzione del software in rete: un tool Peer-to-Peer basato su metafore grafiche, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fabrizio Lamberti Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2749 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.