Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ragazze di vita. Per una storia della prostituzione nella Firenze di età moderna

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 ai pellegrini, donando parte dei loro guadagni al tempio presso cui prestavano servizio. Il loro stato giuridico è stato molte volte dibattuto, perché vi era chi le riteneva delle schiave del tempio, mentre altri pensavano che la consacrazione alla divinità le rendesse libere, “ anche se obbligate a vivere nel tempio e a prestare ivi servizio come prostitute “ 1 . Antecedente al mondo greco vi era stato un altro esempio illuminante di prostituzione sacra, quello dell’antica Babilonia, dove era legge che ogni donna, almeno una volta nella vita, si fosse dovuta recare al tempio di Venere e qui donarsi ad uno straniero. Durante il Medioevo era pratica abbastanza diffusa quella che portava gli uomini non sposati a frequentare prostitute per poter dimostrare, principalmente a se stessi, la propria virilità. La Firenze del Quattrocento visse al suo interno uno strano fenomeno, quello di una diretta connessione tra la sodomia e il meretricio femminile ; “ questo fatto, se non escluse la ricorrenza anche in questo caso del modello generale di gestione della prostituzione a base postribolare tipico del tempo, lo rese tuttavia assai più elastico che altrove, alla luce dell’interesse primordiale della collettività ad esorcizzare in qualche modo ( e quindi attraverso l’impiego vistoso delle prostitute e la loro presenza diffusa nella città…) l’abominevole vizio sodomitico “ 2 . In sostanza le autorità avevano scelto il minore dei male, per cercare di far rinascere il desiderio negli uomini del tempo, nel tentativo di risolvere uno dei problemi maggiori che la città aveva in quel periodo storico : il calo delle nascite. 1 Eva Cantarella, “L’ambiguo malanno la donna nell’antichità greca e romana “, Einaudi scuola, Milano, 1995, pag. 51 2 Romano Canosa, Isabella Colonnello, “ Storia della prostituzione in Italia : dal Quattrocento alla fine del Settecento, Sapere 2000, Roma, 1989, pag. 27

Anteprima della Tesi di Christian Campigli

Anteprima della tesi: Ragazze di vita. Per una storia della prostituzione nella Firenze di età moderna, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Christian Campigli Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11682 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.