Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vita reale e vita televisiva: ''La vita in diretta''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 1.3 Nuove realtà: la TV verità Alla fine degli anni ’80 si assiste ad un nuovo rapporto tra rappresentazione televisiva e realtà che può essere considerato il risultato dei processi di mediatizzazione: il ruolo della TV è pienamente riconosciuto e si comincia a verificare la graduale sovrapposizione tra immaginario e realtà. Il fenomeno riguarda soprattutto la Rai Tre di Angelo Guglielmi, artefice di quella che viene definita TV verità, da cui si fa discendere gran parte delle tecniche e dei linguaggi della televisione di oggi. Partendo da intenzioni pedagogiche e di servizio 20 , il nuovo metagenere introduce nel discorso televisivo la gente comune, i suoi problemi e gli aspetti della vita quotidiana, mettendo al centro della scena pubblica la testimonianza privata. 21 Se dagli anni ’50 in poi, il pubblico era puro fruitore di quanto il mezzo generosamente gli offriva, con la TV verità il suo ruolo cambia: si assiste ad “un doppio movimento di specificazione dello spettatore, come rappresentante di una realtà locale e come rappresentante di una realtà individuale scandagliata negli aspetti più privati”. 22 La vita personale non è più un segreto e si offre alla conoscenza e curiosità altrui in modo naturale. Alla base di tutto, il proposito di raccontare la realtà così come si presenta, partendo dall’idea che “sia possibile rendere il mezzo trasparente, puro canale di trasmissione del reale e che in questo consista l’autentica TV di servizio”. 23 Sembra quasi un ritorno alla concezione trasmissiva della comunicazione descritta da Bechelloni anche se in realtà, la supposta trasparenza del mezzo è solo un artificio narrativo che copre ben altro. Sebbene Corrado Augias, autore di Telefono Giallo, esempio tipico della TV verità, consideri i programmi del genere dei “tentativi di mettere in onda la vita con il minor numero possibile di mediazioni formali”, credere in un rapporto diretto TV-mondo è illusorio. La presenza anche tacita del mezzo televisivo, infatti, è preponderante, dato che la TV verità non solo si limita a mostrare il fatto accaduto, ma anche se stessa, le sue capacità e il suo apparato tecnologico. Programmi come Telefono Giallo, Un giorno in Pretura, Chi l’ha visto? hanno l’ambizione di presentare una realtà senza filtri, “attraverso il racconto di eventi realmente accaduti (persone effettivamente scomparse o delitti rimasti insoluti) di cui si cerca di raccontare la dinamica il più fedelmente possibile, senza però dimenticarsi di sfruttarne il potenziale drammatico, o la presentazione di fatti che ci vengono restituiti nella loro realtà di eventi, e cioè nel momento in cui accadono. In questi casi il tempo dell’evento coincide con quello dell’enunciato e quello dell’enunciazione televisiva con quello della ricezione (come accade anche nei casi in cui l’evento è accaduto, ma il pubblico telefona e si risolve il mistero – Telefono Giallo, o si ritrova la persona scomparsa la cui storia è stata presentata da Chi l’ha visto)”. 24 20 Aldo Grasso, Storia della televisione italiana, Garzanti, Milano 2000 21 Enrico Menduni, I linguaggi della radio e della televisione, Laterza, Roma 2002 22 Maria Pia Pozzato, Dal Gentile pubblico all'Auditel : quarant'anni di rappresentazione televisiva dello spettatore, ERI, Torino 1992, pag. 31 23 Aldo Grasso, Storia della televisione italiana, Garzanti, Milano 2000, pag.834 24 Cristina Demaria et al., Reality show – La televisione ai confini della realtà, Eri, Roma 2003, pag. 22

Anteprima della Tesi di Matteo Spicuglia

Anteprima della tesi: Vita reale e vita televisiva: ''La vita in diretta'', Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Spicuglia Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5137 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.