Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

IT e gestione delle risorse umane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- IT e gestione delle risorse umane - Il sistema vincoli/obiettivi/strumenti della funzione HR 3 vitalità organizzativa (D’Egidio, 1999) 2 . L’attività di HRM non può quindi essere svolta a prescindere dalla strategia organizzativa,ovvero deve offrire soluzioni rispondenti alle necessità organizzative, senza tuttavia trascurare l’efficacia relativa delle soluzioni(strumenti) implementate. La scelta delle soluzioni(strumenti) da implementare si configura come una scelta di secondo momento in riferimento alla definizione degli obiettivi funzionali, poiché, sebbene una quota dell’efficacia relativa della soluzione risieda, a prescindere dal suo scopo, nella sua interazione con l’organizzazione, è possibile dire che la quota maggiore di efficacia relativa è attribuibile al match tra obiettivo e soluzione 3 . Con match tra obiettivo e soluzione si intende sottolineare che tra tutti i tools disponibili per l’implementazione delle pratiche di HRM alcuni possono dimostrarsi più efficaci di altri nel rispondere a determinate richieste organizzative. L’interazione tra vincoli, obiettivi e strumenti si configura su due fasi, una prima di determinazione degli obiettivi funzionali, ovvero riguardante l’azione dei vincoli strategici organizzativi sulle responsabilità della funzione HR,una seconda riguardante la ricerca del match tra obiettivi funzionali e tools disponibili. Nel contesto così delineato il sistema vincoli/obiettivi/strumenti è in grado di offrire una rappresentazione del legame esistente tra la funzione HR e l’organizzazione evidenziando in particolare quello che è la responsabilità strategica (allineamento strategico delle responsabilità funzionali) propria della funzione. 2 D’Egidio:Il bilancio dell’intangibile,Franco Angeli 1999.D’Egidio parla di vitalità d’impresa come dell’unica forza in grado di garantire il non-declino all’organizzazione;in questi termini la qualità delle risorse e la loro strutturazione hanno un ruolo principale nel determinare questa caratteristica dell’organizzazione. Boxall e Purcell parlano di viability che letteralmente tradotto dall’inglese significa profittabilità o sostenibilità. Tuttavia nella loro trattazione è possibile notare come questa problematica venga affrontata nell’ambito della ricerca di soluzioni in grado di garantire all’organizzazione una vita medio-lunga,cosa che è sicuramente in comune con il concetto espresso da D’Egidio. 3 Sembra ormai acquisito che il concetto di “best practice” di HRM sia inadatto a guidare le scelte dei responsabili della funzione HR i quali,una volta identificati i propri obiettivi in relazione alla strategia organizzativa,devono sapere scegliere le attività che siano effettivamente in grado di raggiungere quegli obiettivi.

Anteprima della Tesi di Nicola Perucconi

Anteprima della tesi: IT e gestione delle risorse umane, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Perucconi Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10345 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.