Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il potere strutturale nell'ambito finanziario internazionale: gli Stati Uniti, il Fondo Monetario Internazionale ed i programmi di sostegno alla Russia, 1992-1999

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

internazionali. 3 In realtà, solo negli ultimi cinquant’anni si è assistito al tentativo di fare delle stesse un elemento centrale della dinamica politica mondiale, attraverso una loro creazione sistematica in ambiti progressivamente più specifici. Le più decise spinte in tale direzione avvengono, infatti, in relazione ai maggiori mutamenti sistemici prodotti nella storia contemporanea: la fine della Seconda Guerra mondiale ed il crollo dell’Unione Sovietica. Sono proprio questi gli snodi a partire dai quali si riscontra una progressiva espansione del numero e del ruolo delle istituzioni internazionali. Al termine del conflitto bellico, infatti, le grandi potenze (Stati Uniti, Gran Bretagna ed Unione Sovietica su tutte) s’impegnano nella creazione di un nuovo ordine mondiale capace di riprodurre, anche in tempo di pace, la cooperazione tra stati che ha portato alla definitiva sconfitta della minaccia nazi-fascista. La nascita dell’Organizzazione delle Nazioni Unite è il primo e decisivo passo in questa direzione: realizzando innanzitutto un sistema di sicurezza collettiva, l’ONU espanderà progressivamente il proprio ruolo in altri ambiti, per gestire anche questioni economiche, sociali, culturali attraverso i medesimi principi universalistici. Con la fine della Guerra Fredda, poi, e l’affermazione progressiva delle tendenze della globalizzazione, vengono meno le esigenze di sicurezza che per oltre quarant’anni hanno dominato il panorama delle relazioni internazionali. Dagli anni Novanta i diversi stati che compongono il sistema mondiale presentano un grado di interdipendenza crescente. In tale contesto, la gestione di issues politiche ed economiche, ma anche sociali, ambientali e sanitarie, non può trovare una risposta soddisfacente al solo livello interno. La costruzione di un insieme formalizzato di strutture tra loro integrate appare quindi come una soluzione plausibile, nel tentativo di gestire l’attuale complessità delle relazioni interstatali. Di fronte a questo progressivo sviluppo delle istituzioni internazionali, anche nella produzione accademica si moltiplicano gli studi relativi a questo nuovo soggetto di RI. Non è intenzione di questo lavoro offrire una rassegna 3 Bennett e Oliver (2002) ricordano in proposito come le potenze europee, in seguito alla difficoltà incontrate nel contrastare, ognuna singolarmente, l’ascesa di Napoleone, concepiscano tra il 1814 ed il 1815 la creazione del sistema di sicurezza collettiva della Santa Alleanza.

Anteprima della Tesi di Pier Andrea Pirani

Anteprima della tesi: Il potere strutturale nell'ambito finanziario internazionale: gli Stati Uniti, il Fondo Monetario Internazionale ed i programmi di sostegno alla Russia, 1992-1999, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Pier Andrea Pirani Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1848 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.