Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo sostenibile e conservazione nei parchi naturali. Gli aspetti teorici, la realtà italiana, il caso del Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Secondo Calafati (1999, p.20) il concetto di conservazione nella tradizione americana ha i seguenti caratteri: la ricerca di identità nazionale, l’ affermazione del principio democratico di public enjoyment e la conservazione della natura incontaminata. Con i parchi si vogliono preservare le bellezze naturali di un determinato territorio, sottraendolo a qualsiasi forma di alterazione conseguente all’azione umana, allo scopo di tramandare alle future generazioni gli elementi costitutivi della storia (identità) americana. L’oggetto della conservazione è quindi la natura, la wilderness di quei territori, che ha funzione di pubblico godimento e di identità nazionale. La funzione del parco e le politiche di conservazione sono quindi indirizzare al mantenimento di questo carattere, evitando la trasformazione della natura in risorsa, escludendo qualsiasi azione umana che possa alterare il carattere della assoluta naturalità di quei territori.

Anteprima della Tesi di Davide Fiz

Anteprima della tesi: Sviluppo sostenibile e conservazione nei parchi naturali. Gli aspetti teorici, la realtà italiana, il caso del Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Davide Fiz Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6512 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.