Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il regolamento comunitario 1346/2000 relativo alle procedure d'insolvenza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

possano avere nell’ordinamento interno e per tentare di effettuare un coordinamento rispetto a procedimenti aperti eventualmente nello Stato e relativi ad imprenditori che hanno beni o creditori all’estero. Nessuna disposizione specifica è dettata in ordine alla possibilità di riconoscere decisioni fallimentari straniere, né in ordine ai requisiti cui condizionare la produzione dei loro effetti, né relativamente alle modalità di collaborazione tra corti o autorità straniere. Tuttavia, per quanto riguarda il riconoscimento delle sentenze, esso è divenuto più semplice in quanto non è più necessario il procedimento di delibazione. L’art. 64, infatti, adotta il principio del riconoscimento automatico delle sentenze che presentano i requisiti indicati dalla norma stessa. Tale norma potrebbe applicarsi anche in materia fallimentare. La stessa legge fallimentare, R. d. 16 marzo 1942, n. 267, non dice nulla riguardo ai fallimenti internazionali. L’art. 9, che si occupa della competenza del giudice italiano a dichiarare il fallimento, si limita a fare salve, al suo 3° comma, le convenzioni internazionali in vigore nel nostro Stato. Il suo 2° comma afferma, però, che il giudice italiano può dichiarare il fallimento di un imprenditore straniero già dichiarato fallito. In questo modo sorge un contrasto con la legge 218. la dottrina ha così proposto un’interpretazione adeguatrice di questa norma, consentendo l’avvio in Italia di una procedura secondaria rivolta esclusivamente alla liquidazione dei beni presenti nel territorio. Sicuramente, con l’introduzione del regolamento 1346/2000, il legislatore dovrà provvedere ad adattare la disciplina in materia 15 . 15 LUPONE, La convenzione comunitaria sulle procedure d’insolvenza e la riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato, in Contratto e impresa/Europa, 1999

Anteprima della Tesi di Sara Garofalo

Anteprima della tesi: Il regolamento comunitario 1346/2000 relativo alle procedure d'insolvenza, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Sara Garofalo Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2223 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.