Skip to content

L'informatizzazione dell'attività amministrativa

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
realtà di provincia 6 e relegati a margine delle cronache politiche, senza riscuotere alcun apparente clamore. Nel contesto di un’analisi di taglio socio-politico, più che giuridico in senso stretto, sarà dunque necessario domandarsi perché un evento potenzialmente così rivoluzionario per la vicenda delle democrazie liberali passi poi in secondo piano rispetto alle priorità dell’agenda politica. Dal punto di vista puramente teorico, le conseguenze derivabili dall’applicazione dell’evento informatico al procedimento eletto- rale possono riassumersi: - nella riduzione dei costi; - nell’immediatezza del risultato; - nell’ampliamento delle possibilità di partecipazione. Valutandole analiticamente, v’è da dire che le argomentazioni più forti a favore del voto elettronico siano proprio quelle che fanno leva, almeno in linea di principio, sulla teorica possibilità di ampliare la base di partecipazione, pervenendo a risultati cono- scibili in tempo reale. Quanto al presunto risparmio di costi, in mancanza di dati ufficiali, di esperienze condotte su larga scala o quantomeno di una programmazione trasparente, esso è piuttosto dubbio. Al riguardo si deve anzi osservare che, verosimilmente, l’adozione del televoto richiede un investimento che sarebbe possibile ammortizzare solo nel corso di diverse legislature. Ma anche a voler ammettere che questo investimento fosse politica- mente proficuo e quindi economicamente opportuno, resterà ancora da valutare se, o in che misura, si perverrà effettivamente ad un risparmio, stante il fatto che, per quanto si dirà in seguito, altrettanto cogenti esigenze di sicurezza imporranno la necessità di conservare un certo numero di dati sul supporto cartaceo. Con- seguenza ne è che, laddove si volesse impostare il discorso su un piano prettamente economico, sarebbe facile eccepire la pos- sibilità della duplicazione di costi a cui si va incontro. Per questo, ma anche perché si potrebbe obiettare che nessuna spesa è mai troppo alta se giova a valorizzare la partecipazione alla vita pubblica, specie in un Paese come il nostro, la cui storia recente è stata segnata da un obiettivo logoramento nella stabilità del rapporto dei cittadini coi rispettivi rappresentanti, sembra utile 6 E’ stata Avellino la prima città europea ad avviare una sperimentazione di voto elettronico, in occasione del referendum costituzionale del 7 ottobre 2001. Per la prima volta in Italia tutti i votanti di un’intera sezione elettorale sono stati chiamati, su base volontaria, ad esprimere il proprio voto in un innovativo “seggio elettronico”. Gli stessi hanno pertanto effettuato una doppia votazione, sia in modo tradizionale che con la modalità elettronica, anche se l’unico voto valido era ancora quello espresso sulla scheda elettorale. In pratica si è potuto esprimere il voto senza obbligo di recarsi presso un seggio prestabilito. Si sono così remotizzati sia l’urna virtuale, collocata presso il Viminale, che il luogo dal quale votare. La sperimentazione è avvenuta nell’ambito del progetto E-poll finanziato dalla Commissione Europea.
Anteprima della tesi: L'informatizzazione dell'attività amministrativa, Pagina 9

Preview dalla tesi:

L'informatizzazione dell'attività amministrativa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pierpaolo Matarazzo
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi del Sannio
  Facoltà: Economia
  Corso: Operatore Giuridico d'Impresa
  Relatore: Tammaro Chiacchio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi