Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sanzioni economiche e tutela dei diritti dell'uomo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 offensore verso la comunità internazionale alla quale uno Stato terzo rispetto alla violazione possa far riferimento per iniziare autonomamente un’azione punitiva. L’unico caso di responsabilità sicuramente riconosciuta, e quindi condannabile collettivamente, è quello di aggressione armata, punibile attraverso l’autodifesa collettiva ex art. 51 dello Statuto ONU: in questo caso, anche le eventuali misure economiche attuate di contorno alle operazioni militari rientrerebbero sempre nel concetto di legittima difesa collettiva. 14 Ho accennato in precedenza come spesso il ritiro o la diminuzione degli aiuti economici verso i Paesi in via di sviluppo possano essere considerati sanzioni economiche. Nonostante l’eventuale natura coercitiva, questo tipo di misure è difficilmente distinguibile dalle usuali oscillazioni dei flussi economici e commerciali che intercorrono fra gli Stati, e ciò porta ad una grande difficoltà nel loro esame e nella loro attuazione. È anche per questo motivo che embargo e boicottaggio rappresentano il mezzo più sovente utilizzato dagli Stati in caso di ritorsione. Tali forme di rappresaglia vengono ad ogni modo utilizzate, solitamente, in seguito ad un deterioramento dei rapporti tra gli Stati interessati, o in relazione ad illeciti. Storicamente, un esempio di simili sanzioni può essere la sospensione da parte della Francia del primo pagamento previsto da un accordo economico appena concluso con la Tunisia nel 1957, motivato dal sostegno dato da quest’ultima al Fronte di Liberazione Nazionale Algerino. Cercando di tracciare alcune linee generali, bisogna innanzitutto sottolineare come gli aiuti ai Paesi in via di sviluppo assumano forme molto varie: si va dalla concessione unilaterale da parte dello Stato donante, all’erogazione di 14 Cfr. W.J.M. VAN GENUGTEN, United Nations sanctions, effectiveness and effects, especially in the field of human rights - a multi disciplinary approach, Oxford, 1999

Anteprima della Tesi di Cristiano Quattrini

Anteprima della tesi: Sanzioni economiche e tutela dei diritti dell'uomo, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cristiano Quattrini Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3169 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.