Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lavoro interinale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 trattamento economico e normativo inferiore rispetto a quello previsto per i dipendenti di quel committente . Inoltre, il non sanzionare tali illecite attività di interposizione, avrebbe importato l’incentivazione di condotte di illegittima concorrenza tra gli stessi lavoratori . Gli obiettivi del legislatore del 1960 possono essere così riassunti: inibire l’utilizzazione di uno strumento che assolvesse all’unica funzione di diminuire i costi ad esclusivo svantaggio dei lavoratori, evitare l’elusione della normativa legale, contrattuale e protettiva dettata per il lavoro subordinato, scongiurare lo sfruttamento del lavoratore cercando di prevenire ogni forma di indebolimento della garanzia del suo credito. Attraverso l’analisi della normativa in questione ed il conforto sia della dottrina che della giurisprudenza si può parlare di un rapporto giuridico tripartito individuato, dalla legge, sulla base del coinvolgimento diretto di tre posizioni giuridiche soggettive: 1) Datore di lavoro effettivo detto appaltante, interponente o committente; 2) Datore di lavoro fittizio o anche appaltatore, interposto, intermediario; 3) Lavoratore.

Anteprima della Tesi di Gianluca Desiderio

Anteprima della tesi: Lavoro interinale, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gianluca Desiderio Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2540 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.