Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fenomeno del volo low cost in Europa: risvolti economici, sociali, turistici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Cap. I L’aviazione civile europea correlazione con l’andamento economico mondiale. Esistono molti fattori capaci di determinare la domanda di trasporto aereo, tra cui: tariffe, reddito personale, disponibilità di mezzi di trasporto alternativi, caratteristiche specifiche delle popolazioni e loro crescita, flussi migratori, abitudini culturali. Tuttavia, la crescita economica è la variabile primaria: un incremento del prodotto interno lordo (GDP) provoca generalmente un più che proporzionale aumento del traffico aereo 3 ; al contrario, la domanda di trasporto aereo è molto sensibile alla recessione. A maggior ragione, eventi politici possono influenzare direttamente e pesantemente l’intero settore, come dimostrato dalla crisi del 1991, dovuta alla Guerra del Golfo, e dalle conseguenze dell’attentato terroristico compiuto l’11 Settembre 2001, tuttora in corso. In base a queste considerazioni, la crescita dell’industria dell’aviazione civile mondiale negli ultimi anni pare considerevole, sebbene in decisa flessione nell’ultimo anno (1999) cui si riferiscono le elaborazioni IATA (fig. 1.1). A questo proposito, è bene ricordare che, nel settore dell’aviazione civile, si è soliti utilizzare due coefficienti differenti per esprimere l’incidenza dei singoli vettori o di settori dell’industria 4 : ξ ASK (“Available Seat Kilometres”): coefficiente ottenuto dal prodotto del numero dei posti a sedere disponibili su ogni volo per la distanza dello stesso; ξ RPK (“Revenue Passenger Kilometres”): si ottiene mediante il prodotto del numero di passeggeri paganti su un determinato volo per la distanza percorsa dallo stesso. In sostanza, quindi, l’ASK esprime la disponibilità posti a sedere; l’RPK la loro effettiva utilizzazione. Fig.1.1: ASK e RPK mondiali tra il 1989 e il 1999 Fonte: IATA/ICAO 3 “The European Airline Industry: from single market to world – wide challenges”, pag.5 4 “Updating and development of economic and fares data regarding the European Air Travel Industry”, in “Output”, sezione 3.1

Anteprima della Tesi di Paolo Colombo

Anteprima della tesi: Il fenomeno del volo low cost in Europa: risvolti economici, sociali, turistici, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Paolo Colombo Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7845 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.