Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un apparato strumentale per il rilevamento di grandezze radiometriche ambientali integrato con un sistema di acquisizione di coordinate geografiche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 1 Introduzione Nel Mondo esistono ancora località geografiche nelle quali risulta difficile trovare riferimenti spaziali. In zone senza costruzioni e dove mancano particolari naturali di rilievo già localizzati è assai arduo conoscere le coordinate del luogo usando tecniche tradizionali. Esistono altresì vaste aree geografiche che stanno acquisendo sempre maggior interesse nelle attività di ricerca e sfruttamento di risorse naturali. L’esperienza mostra che in passato alcune di tali aree sono state scenari di eventi o attività che hanno causato alterazioni delle condizioni radiometriche tali da richiedere una valutazione del rischio radiologico a cui è esposto il personale che vi opera. Alcune delle stesse attività di estrazione e trattamento degli idrocarburi sono potenziali fonti di rischio radiologico connesso alla formazione di Tecnologically Enhanced Naturally Occurring Radioactive Materials (TE-NORM) [1]; è questo un aspetto che sta acquisendo un crescente interesse nel campo della sicurezza industriale e dell’analisi dell’impatto ambientale. Queste valutazioni sono generalmente basate sui risultati di indagini radioecologiche che prevedono sia rilevazioni in campo che prelievi e analisi di campioni di diversa natura. Nel corso delle indagini è essenziale poter georeferenziare i punti di rilevamento e di prelievo sia per integrarne i risultati che per consentirne la localizzazione in-situ a distanza di tempo. Per facilitare questa attività è stato ideato un sistema in grado di associare all’acquisizione delle coordinate geografiche, quella dei parametri radiometrici desiderati e consentire la registrazione dei relativi elementi descrittivi. Per l’acquisizione delle coordinate geografiche ci si è rivolti all’utilizzo del sistema GPS (Global Positioning System) Navstar (Navigation Satellite Timing and Ranging) con correzione differenziale (DGPS, Differential GPS) satellitare. Quale parametro radiometrico si è scelta l’intensità di dose ambientale, tuttavia il sistema è in grado di interfacciarsi con molteplici tipi di rivelatori di radiazioni

Anteprima della Tesi di Paolo Angelo Carneglia

Anteprima della tesi: Sviluppo di un apparato strumentale per il rilevamento di grandezze radiometriche ambientali integrato con un sistema di acquisizione di coordinate geografiche, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Paolo Angelo Carneglia Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1939 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.