Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La natura problematica della dialettica negativa in T.W. Adorno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 In tale opera, come vedremo, si decostruisce criticamente la Ratio strumentalis, partendo proprio dal rapporto antinomico che tale ragione ha colla realtà socio-culturale che vorrebbe 'liberare' ed 'emancipare'. Tale critica è possibile proprio nella consapevole contraddittorietà che sussite all'interno del concetto , tra le forme ideologico-formali e quelle non-concettuali o sociali. Il pensiero diairetico negativo può quindi decostruire criticamente ogni concetto a partire proprio dal senso etimologico tedesco, in cui il termine Begriff (concetto) è legato al verbo Ergreifen (prendere), come è suggerito nell’introduzione all’edizione italiana di Dialettica dell’Illuminismo 5 .Un distinguo importante è quello che Adorno pone tra 'pensiero' e 'concettualizzazione', in cui il filosofo di francoforte mostra l'eredità della filosofia critica kantiana, per cui 'pensare' e 'conoscere concettualmente' non si identificano ma si distinguono, sebbene Adorno sostenga una visione speculativamente complessa del ‘concetto’, come vedremo. 5 T.W.Adorno- M. Horkeimer, Dialettica dell’illuminismo , trad. it., Torino 1997, p. XXXIII

Anteprima della Tesi di Alessandro Ialenti

Anteprima della tesi: La natura problematica della dialettica negativa in T.W. Adorno, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandro Ialenti Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4858 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.