Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Credit derivatives: tipologie, finalità di utilizzo e modalità di pricing

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CREDIT DERIVATIVES 14 INTRODUZIONE determinare un valore di mercato delle esposizioni creditizie uguale al valore atteso dei flussi di cassa che generano. Il modello che permette di trasformare le probabilità statistiche in probabilità statistiche risk-neutral è stato sviluppato da Jarrow, Lando e Turnbull, e si basa sull’impiego delle default probabilities e dei recovery rates. Il Capitolo 4 prosegue il tema aperto nel capitolo che lo precede proponendo i modelli di pricing di alcuni credit derivatives: il total rate of return swap, la credit default option, la credit spread option e i basket products. L’approccio seguito è di tipo <>, perché vengono presentati alcuni fra i modelli più utilizzati nei casi concreti dagli operatori: questi modelli cercano di coniugare un elevato livello di efficacia con un grado di complessità che sia il più ridotto possibile. Quindi nella maggior parte dei casi gli operatori ricorrono a metodi di static replication, che consistono nel replicare con gli strumenti sottostanti (crediti o titoli) i flussi di cassa che sarebbero generati dal credit derivative. Nel Capitolo 5 vengono esposte le opportunità ed i vantaggi che può ottenere un soggetto che opera con i credit derivatives. Gli intermediari bancari sono i players principali di questo mercato, e sono i soggetti che possono trarre più vantaggi dall’impiego dei derivati di credito. I credit derivatives offrono ad un istituto di credito la possibilità di:

Anteprima della Tesi di Roberto Franzoni

Anteprima della tesi: Credit derivatives: tipologie, finalità di utilizzo e modalità di pricing, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberto Franzoni Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4978 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.