Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Credit derivatives: tipologie, finalità di utilizzo e modalità di pricing

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CREDIT DERIVATIVES 15 INTRODUZIONE • coprirsi dal rischio di credito sulle esposizioni detenute in maniera più flessibile ed efficace rispetto ad altri strumenti; • diversificare e gestire il proprio portafoglio crediti, acquistando protezioni su soggetti/settori/aree geografiche che rappresentano una percentuale troppo elevata del portafoglio, e vendendo protezione su soggetti/settori/aree geografiche che rappresentano una percentuale bassa (o nulla) del portafoglio; • superare il localismo tipico del sistema bancario italiano, in cui molte banche esercitano la raccolta del credito solo in alcune ristrette aree del paese; • ottimizzare la gestione delle linee di credito inutilizzate (che non permettono di ammortizzare i costi sostenuti per accordarle) vendendo protezione per orizzonti temporali brevi; • mantenere le relazioni di clientela con i debitori ceduti, che non vengono solitamente informati dell’acquisto di protezione effettuato sul loro nominativo; • liberare capitale regolamentare acquistando protezione sugli asset detenuti (regulatory arbitrage); • eludere la disciplina <>>, acquistando protezione sui nominativi che superino i limiti regolamentari; • ridurre il costo del funding; • ridurre i costi di informazione;

Anteprima della Tesi di Roberto Franzoni

Anteprima della tesi: Credit derivatives: tipologie, finalità di utilizzo e modalità di pricing, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberto Franzoni Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4978 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.