Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dal gruppo al gruppo-classe. Il metodo del cooperative learning: una riflessione sugli aspetti sociali, cognitivi ed emotivi dell'acquisizione delle conoscenze

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 I gruppi costituiscono un fenomeno scoppiato soprattutto fra gli anni „60 e „70, la cui struttura e le cui finalità sono state analizzate, tra i vari autori, da Lewin e Bjon. Al momento della loro diffusione, i gruppi esprimono un bisogno di intimità e di rapporto interpersonale che l‟ampliamento delle società e la diffusione di valori come il particolarismo e l‟individualismo, culturalmente e socialmente accettati come dominanti nell‟Occidente industrializzato, non soddisfano più. La maggior parte dei gruppi ha, infatti, le caratteristiche di un gruppo primario esteso (una sorta di famiglia allargata, di piccola comunità). Il gruppo è divenuto così una cellula base nel tessuto sociale a diversi livelli. Adottato nell‟ambito di lavoro, ha assunto il nome di team o équipe a seconda del numero delle professionalità ivi coinvolte. Nell‟ambito sociale è divenuto significativo quello di auto-aiuto, volto all‟ascolto e al sostegno di persone che condividono medesime situazioni o problematiche (alcolisti, tossicodipendenti, famiglie affidatarie, gruppi religiosi, etc.). Infine ha assunto un valore fondamentale di carattere protettivo-difensivo in adolescenza. Iniziamo col considerare, per esempio, il concetto di "gruppo sociale": come è possibile definirlo? Per alcuni è qualcosa di più, di più alto e più significativo, della somma degli individui che lo compongono; per altri si può parlare di una sorta di "mentalità di gruppo"; gli oppositori, invece, asseriscono che la realtà di gruppo non consiste in altro che nella somma degli individui che ne fanno parte, (argomentazione in sintonia con la psicologia della Gestalt).

Anteprima della Tesi di Claudia Valentini

Anteprima della tesi: Dal gruppo al gruppo-classe. Il metodo del cooperative learning: una riflessione sugli aspetti sociali, cognitivi ed emotivi dell'acquisizione delle conoscenze, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Claudia Valentini Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 29233 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 121 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.