Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ein Brief di Hugo von Hofmannsthal e le sue traduzioni italiane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

18 Chandos e per l’epoca cui egli appartiene, il silenzio è inevitabile; per il poeta e per l’uomo Hofmannsthal, l’addio a Bacone e alla parola simboleggiano l’imprescindibile distacco da una fase ormai superata, da una visione del mondo che non ha più i presupposti che ne legittimino l’esistenza, per lasciare finalmente posto alla vera maturità dell’uomo e dello scrittore che «avviene nel punto in cui l’individuo si lascia sopraffare dal pneuma che lo supera, non è più soggetto della conoscenza, ma ne diviene strumento, «cifrario»: egli è parola pronunciata da altri, che a lui stesso svela la verità. Solo in tal modo può liberarsi il pneuma che è in lui imprigionato 36 » e di cui lui non può che mettersi a servizio aspettando che questo, magari nella più normale delle situazioni, decida, pervadendolo in maniera inebriante ed incontrollabile, di rivelarsi in tutta la sua pienezza e misteriosità. L’analisi del testo e le traduzioni. Dalle considerazioni fatte finora è emerso che parlare di Ein Brief richiama una discussione ben più ampia, che investe un periodo estremamente complesso, sia per quanto riguarda la vita e la produzione letteraria dello scrittore, sia per il momento storico in cui esso è stato chiamato a vivere. Si può ben capire che un’analisi delle traduzioni dell’opera, così come un tentativo di offrirne a nostra volta una versione, si presentano tutt’altro che facili e spostano l’attenzione dal discorso generale sullo scritto, appena affrontato, alle sue possibilità interpretative e, in ultima analisi, traduttive. Nell’accostarci ad un testo come la Lettera di Lord Chandos, la prima difficoltà è stata avvertita proprio in merito alla sua interpretazione; le letture che in cento anni ne sono state date, innumerevoli e svariate, non possono non condizionare la ricezione di chi, in vista di una traduzione, si accinge ad analizzarlo. Ma, d’altra parte, trattandosi delle diverse ricezioni di critici appartenenti a stati, correnti ed epoche differenti, è difficile dire che questa o quella lettura veicolino in maniera precisa il senso originario dell’opera, ammesso che questo sia davvero accessibile nella sua interezza. Sì, perché è proprio con il problema del senso in cui ci s’imbatte non appena si legge un’opera non per il proprio piacere ma con l’intento di restituirla 36 ivi, p. 65.

Anteprima della Tesi di Laura Franco

Anteprima della tesi: Ein Brief di Hugo von Hofmannsthal e le sue traduzioni italiane, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Franco Contatta »

Composta da 265 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4165 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.