Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studi di proteomica sulla cultivar di grano duro Simeto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Il primo è il grano tenero con cariossidi friabili ed utilizzato nei processi di panificazione, il secondo invece è il grano duro utilizzato per la produzione della pasta. Il frumento e i suoi derivati costituiscono una importante risorsa nutritiva, essendo ricchi di fibre, carboidrati, proteine, vitamine, ferro, calcio, potassio, zinco, fosforo e magnesio. Le classi principali dei componenti presenti nella cariosside sono 4 : carboidrati (70 - 80% della farina disidratata), lipidi (1.5 - 2.5% della farina disidratata) e proteine (8 - 18% della farina disidratata). Tra queste frazioni si ritiene che quella proteica sia la più importante nell’influenzare le caratteristiche reologiche dell’impasto del frumento, e per tale motivo da molti anni è oggetto di studio.

Anteprima della Tesi di Leda Occhipinti

Anteprima della tesi: Studi di proteomica sulla cultivar di grano duro Simeto, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Leda Occhipinti Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4034 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.