Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mass media e immagini dell'Islam: i quotidiani italiani e l'11 settembre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 mondo islamico. In primis, si è fatto riferimento alla teoria del clash of civilization, usata in questo caso come parametro esplicativo della logica neo razzista che vede nel contatto tra civiltà diverse la fonte di nuove guerre. A seguire, vi è una descrizione dell’immagine dell’Islam derivante dai quotidiani italiani e, infine, la discussione attorno alla questione immigrazione islamica e sicurezza. Infatti, spesso al problema degli immigrati di fede islamica si associano discorsi tendenti a sottolineare come questi siano una minaccia sia per la nostra “specificità” culturale che, dopo l’11 settembre, per l’integrità del nostro territorio. Si è potuto notare come sui quotidiani italiani manchi una descrizione delle differenze tra Islam e Islamismo, essendo quest’ultimo un movimento di reazione contro la tradizione quietista, come si vedrà nel corso del nostro studio. Mancando tale distinzione si finisce con l’attribuire all’Islam una particolare “essenza” violenta che viene associata anche agli immigrati islamici. A proposito di questi ultimi, manca poi sui media italiani uno strumento interpretativo che consenta di cogliere le differenze con l’Islam dei paesi di origine. Questa carenza è ingiustificata vista la presenza di studi specifici sull’Islam immigrato come quelli di Dassetto e Bastenier (1984), Allievi e Dassetto (1993), e Chantal Saint-Blancat (1995), tanto per citarne alcuni. L’effetto di tale scarsa conoscenza consiste nella diffusione di immagini stereotipate sia di Loro che di Noi. Le due realtà vengono comunicate come mondi perennemente in conflitto, come identità irriducibili. Queste categorie, mutuate da secoli di storia fatti di Crociate e ben due invasioni islamiche, vengono estese nel linguaggio dei media anche agli immigrati, lasciando quasi intendere che si tratti di una nuova “invasione” dei saraceni, o di una “crociata alla rovescia”, come indica la Fallaci in uno dei testi di nostro maggiore interesse (Corriere della Sera 29 settembre 2001). Si vanno così a rafforzare idee xenofobe di “salvaguardia” delle frontiere, del proprio territorio e della propria identità, da una entità, definita con categorie rigide e statiche, che inevitabilmente ci minaccia.

Anteprima della Tesi di Donata Franzi

Anteprima della tesi: Mass media e immagini dell'Islam: i quotidiani italiani e l'11 settembre, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Donata Franzi Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7416 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.