Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema formativo e il formatore in Inghilterra. Elementi di comparazione con l'Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 varie tipologie di formatori - la qualità della formazione, coinvolgendo e investendo nelle persone e nelle loro abilità. Il sistema inglese, proprio per la sua versatilità, ha generato nel tempo una notevole varietà di figure professionali di formatori. Un tentativo organico di classificazione può prendere come base di riferimento il criterio “cronologico” che raccorda la fase immediatamente successiva alla fine della scuola dell’obbligo per arrivare alla formazione dei formatori e ai diversi tipi di tutorato. E così è possibile annoverare “formatori nell’istruzione post- obbligatoria”, “formatori nella formazione giovanile”, “formatori nelle organizzazioni” cioè nelle aziende. In tale ambito la figura in questione assume una variegata articolazione professionale che comprende i “formatori managers”, i “formatori progettisti”, i “formatori supervisori” i “formatori temporanei” e i “formatori amministrativi”; a queste figure si aggiunge quella polivalente del “tutor” che si identifica di solito in un lavoratore nominato e stipendiato dal datore di lavoro per farsi carico della responsabilità della formazione iniziale, della formazione continua o della riqualificazione degli apprendisti all’interno dell’azienda. Pur nella diversità delle tipologie e delle figure di formatori, si possono riconoscere come aspetti comuni degli stessi la flessibilità, il dinamismo, la capacità analitica, le doti comunicative, l’efficienza e la professionalità. E’ comunque importante per il formatore possedere una spiccata capacità analitica che si estrinseca nella capacità di analizzare i problemi dell’azienda per essere poi in grado di proporre soluzioni (problem solving). Altre caratteristiche particolari variano in funzione dello specifico profilo professionale del formatore stesso. Come si è visto, infatti, esaminando le varie tipologie di formatori, i compiti sono spesso diversi, pur con caratteri unificanti. Guardando nel dettaglio si possono identificare competenze specifiche per ogni tipo di formatore. Quanto ai titoli di studio necessari per svolgere la professione, va notato che non esiste attualmente un quadro legale che imponga in Inghilterra agli insegnanti e ai formatori un percorso professionalizzante prefissato Tuttavia la recente formalizzazione del quadro nazionale NVQ, ha sicuramente costituito un fattore di pressione affinché insegnanti e formatori acquisiscano almeno una qualifica di base. Oggi i formatori e gli insegnanti che non hanno un titolo riconosciuto e che desiderino lavorare nell’ambito della formazione

Anteprima della Tesi di Federica Busato

Anteprima della tesi: Il sistema formativo e il formatore in Inghilterra. Elementi di comparazione con l'Italia, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Federica Busato Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3425 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.