Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vessazioni sul lavoro - La tutela del prestatore d'opere vittima di mobbing

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

rassegni a subire le vessazioni o a praticarle pur di non essere licenziati o emarginati 17 . Questi fenomeni sono poi particolarmente accentuati nei casi di ristrutturazioni o fusioni aziendali che richiedono fuoriuscite di personale in esubero. Una delle ragioni di queste manovre, infatti, è proprio la riduzione del numero di addetti a vantaggio di una maggiore competitività. In situazioni del genere è frequente che le procedure per la riduzione di personale tendano ad aggirare le norme poste a tutela dei lavoratori e che, quindi, si pratichino delle azioni di mobbing o direttamente da parte dell'azienda o da parte degli stessi lavoratori che, pur di mantenere il posto di lavoro, non esitano a mettere in difficoltà altri colleghi. In Italia è noto il caso dell'ILVA di Taranto dove nel 1997, con l’arrivo della nuova proprietà (con Emilio Riva presidente del consiglio di amministrazione), un gruppo di dodici lavoratori, diventati successivamente settanta, venne trasferito in una palazzina fatiscente e priva di impianti di lavorazione (la cosiddetta Palazzina Laf); il trasferimento di questi lavoratori avvenne in 16 J. Gray, Alba bugiarda, Milano 1998, p. 133 e seg. 17 A. Gilioli - R. Gilioli, op. cit., p. 19.

Anteprima della Tesi di Eustacchio Voto

Anteprima della tesi: Vessazioni sul lavoro - La tutela del prestatore d'opere vittima di mobbing, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eustacchio Voto Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4698 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.