Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I criteri di valutazione nel reddito d'impresa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 con l’altro criterio generale dettato dall’articolo 8, comma 1, in merito alla determinazione del reddito complessivo, che si determina sommando i redditi di ogni categoria che concorrono a formarlo 23 . Il reddito complessivo è dunque un risultato al quale si può giungere solo dopo aver preliminarmente determinato il risultato complessivo netto di ogni categoria 24 . Il principio di separata determinazione dei redditi che ne deriva è, a sua volta, basato sul concetto di “cespite” e l’attribuzione di questo ad una delle categorie reddituali elencate nell’articolo 6. Il concetto di cespite non trova però una definizione all’interno della normativa tributaria, bisogna dunque ricondurre un’espressione d’uso comune, tipica dell’economia e della contabilità, a termine giuridico. Il legislatore usando il termine “cespite” si riferisce ad un concetto ampio, intendendo questo come fonte reddituale autonomamente rilevante. Una soluzione in senso restrittivo, limitata solo ai beni materiali produttivi di reddito autonomo 25 , avrebbe portato all’esclusione di quei redditi derivanti dalle attività lavorative del contribuente non aventi carattere di materialità. Il cespite è, in primo luogo, una fonte reddituale autonomamente rilevante che concorre alla formazione del reddito di categoria alla quale appartiene. Seguendo il disposto del primo comma dell’articolo 9, la risultante netta dei cespiti appartenenti alla stessa categoria concorre alla formazione del reddito complessivo 26 . I cespiti appartenenti a diverse categorie di reddito saranno le fonti suscettibili di produrre un reddito autonomamente rilevante, ma, in quanto 23 LEO- MONACCHI- SCHIAVO, Le imposte sui redditi nel testo unico, Milano, 1993, pag. 114. 24 E. POTITO, Il sistema delle imposte dirette, cit., pag. 44. 25 Ad esempio terreni produttivi di reddito fondiario. 26 N. D’AMATI, L’imposta sul reddito delle persone fisiche, cit., pag. 58.

Anteprima della Tesi di Luca Zarletti

Anteprima della tesi: I criteri di valutazione nel reddito d'impresa, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Zarletti Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5902 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.