Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disciplina comunitaria in materia di commercio elettronico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IX “servizi della società dell’informazione”, di “prestatore”, di “stabilimento del prestatore” e di “destinatario dei servizi”, per poi passare all’analisi delle indicazioni fornite dal legislatore comunitario, relativamente al regime di stabilimento e agli obblighi di informazione a carico del prestatore di servizi. Saranno oggetto di commento anche le norme relative alle comunicazioni commerciali, alle professioni regolamentate, alla conclusione del contratto, alla responsabilità dei provider e all’autodisciplina. L’ultimo capitolo, avrà come oggetto, la disciplina comunitaria a tutela dei cyberconsumatori. Dopo una breve introduzione al problema, verrà commentata la Direttiva 1993/13/CEE relativa alla protezione dei consumatori contro le clausole abusive. In seguito saranno oggetto di studio due direttive che, sebbene precedenti alla diffusione di massa di Internet, risultano adatte a regolare il fenomeno commercio elettronico: la Direttiva 85/577/CEE per la tutela dei consumatori in caso di contratti negoziati fuori dai locali commerciali e la Direttiva 1997/7/CE relativa ai contratti a distanza. Al termine di una breve analisi di entrambi i provvedimenti, si esporranno i criteri utilizzati per determinare quale delle due direttive sia maggiormente idonea a regolare i rapporti che scaturiscono in rete. Tale normativa verrà poi commentata nei suoi aspetti salienti. Un’ultima analisi sarà infine dedicata alla recente Direttiva 2002/65/CE, relativa alla commercializzazione dei servizi finanziari a distanza. Si tratta di un provvedimento predisposto con l’intento di colmare il vuoto normativo lasciato dalla precedente legislazione. Essa tratta un aspetto recente, ma molto importante del commercio elettronico, per il quale il legislatore comunitario ha preferito elaborare un provvedimento ad hoc.

Anteprima della Tesi di Daniela Mattavelli

Anteprima della tesi: La disciplina comunitaria in materia di commercio elettronico, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Daniela Mattavelli Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2499 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.