Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'industria della motocicletta: il caso Honda Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Senza contare che l’impatto sull’ambiente di 220 milioni di veicoli nella sola Unione Europea 1 , costituiti per la maggior parte da automobili ad uso privato, sta avendo tra le sue conseguenze l’adozione di severe misure di limitazione in numerosi Paesi, come blocchi del traffico, circolazione a targhe alterne e così via. L’industria dell’automobile, seppure impegnata ad offrire vetture poco inquinanti, in accordo con la normativa antinquinamento europea vigente, non può evitare che molti automobilisti, che sono costretti a restare ogni giorno intrappolati per ore sulle principali arterie di collegamento tra le periferie urbane e le grandi aree metropolitane, scelgano di abbandonare l’auto in favore di mezzi di trasporto alternativi, più flessibili e meno inquinanti. Veicoli oltretutto meno costosi, dal momento che gli sforzi che i produttori di auto fanno nel tentativo di offrire vetture sempre più lussuose, accessoriate, rispettose dell’ambiente e tuttavia performanti (a che scopo, ci si chiede, visto che sono destinate a muoversi a passo d’uomo per la maggior parte del tempo) si riflettono sul loro prezzo finale e sui costi di gestione. Questi sono alcuni dei motivi che stanno spingendo molti automobilisti ad abbandonare l’automobile, con ovvie conseguenze sul mercato dell’auto, in favore di veicoli più economici, pratici, flessibili, divertenti e non ultimo poco inquinanti come i Powered Two-Wheelers (veicoli a due ruote motorizzati). L’industria delle due ruote sta infatti vivendo una seconda giovinezza, dopo essere stata protagonista della ricostruzione postbellica e del boom economico degli anni sessanta, e questo grazie anche alla intensa competizione tra i produttori europei, che hanno accompagnato la 1 Fonte: Istat

Anteprima della Tesi di Guido Scanagatta

Anteprima della tesi: L'industria della motocicletta: il caso Honda Italia, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Guido Scanagatta Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4696 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.