Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e sperimentazione di algoritmi di scheduling bicriterio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Un’allocazione di uno o più intervalli di tempo su una o più macchine, per ogni lavoro, è comunemente detto schedule. Uno schedule si dice ammissibile se, ad ogni istante di tempo, ogni lavoro è processato da esattamente una macchina. Uno schedule è detto ottimale se minimizza (o massimizza) un dato criterio. Un problema di scheduling può essere descritto utilizzando la notazione γβα || , dove α rappresenta il numero di macchine, β descrive le caratteristiche dei lavori, e γ il criterio da ottimizzare o funzione obiettivo. 1.2.1 Dati relativi ai lavori Prima di tutto, i seguenti dati sono specificati per ogni lavoro j J : • tempo di esecuzione j p nel caso di modello a singola operazione, oppure una collezione di tempi di esecuzione ij p nel caso di modello multi - operazione; • data di rilascio j r , dopo la quale il lavoro può essere eseguito; • funzione costo reale non decrescente j f , che misura il costo )(tf j dovuto al completamento del lavoro j J all’istante t; • data di consegna j d , dopo la quale il lavoro è considerato in ritardo, e che può essere usata per definire j f ; • peso j w , che definisce l’importanza del lavoro j J , relativa agli altri lavori, e che può essere usata per definire j f . 1.2.2 Caratteristiche delle macchine Il primo campo 21 ααα = specifica le caratteristiche delle macchine. Sia ο il simbolo vuoto. Sia inoltre ij p il tempo di esecuzione del lavoro j J sulla macchina i M . Se {}RQP ,,, 1 οα ∈ , ogni lavoro j J è composto da una singola operazione, che può essere processata su ogni macchina i M , e più precisamente: • οα = 1 : singola macchina; jj PP = 1 per ogni j;

Anteprima della Tesi di Roberto Giovannelli

Anteprima della tesi: Analisi e sperimentazione di algoritmi di scheduling bicriterio, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Roberto Giovannelli Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1377 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.