Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il capitalismo italiano negli anni Novanta

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Il Sistema Monetario Europeo (1979-92) L’economia italiana, dopo il periodo della <> e del <> economico, ha sempre registrato, di decennio in decennio, una riduzione dei tassi di crescita 7 . Negli anni Sessanta s’era registrata la convergenza straordinaria di fenomeni quali: - l’ampia disponibilità a basso prezzo di un fattore produttivo, il lavoro, grazie soprattutto alla migrazione interna dal sud verso il nord; - l’apporto del progresso tecnico teso ad innovare i processi produttivi; - la dinamica esplosiva della domanda. Invece negli anni Settanta l’aumento del costo del lavoro, la debolezza della crescita della domanda non consentono di effettuare ulteriori massicci investimenti, con conseguente irrigidimento delle strutture di costo, nella ricerca di nuove economie di scala. 7 FILIPPI E. – ZANETTI G. (2001), “La grande impresa italiana nell’ultimo quarto di secolo.”, L’industria, 4, pp. 603

Anteprima della Tesi di Emanuele Di Giorgi

Anteprima della tesi: Il capitalismo italiano negli anni Novanta, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Emanuele Di Giorgi Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2025 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.