Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Impiego del codice MCNP-4A nella BNCT (Boron Neutron Capture Therapy), con particolare riguardo allo sviluppo di un metodo originale per la valutazione della dose da cattura neutronica in base a dati PET

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 5 Prospettive future È chiaro che CARONTE necessita di modifiche se si vogliono migliorare ed estendere le potenzialità del codice stesso. Tali modifiche si possono così delineare: 1) cambiare la geometria dell’input per il codice MCNP-4A. Ad esempio, si possono usare le slices PET relative al melanoma della pelle per effettuare delle simulazioni su tale tipo di neoplasia. In tal caso, però, occorre cambiare la geometria di riferimento (attualmente trattasi di quella ellissoidica del cervello) al CARONTE, in modo da poter ricostruire un input per MCNP-4A anche in questi problemi. 2) Evidenziare le dosi anche nelle sezioni sagittali e coronali del cervello. 3) Inserire un’opzione nel CARONTE, in grado di garantire una minima risoluzione spaziale alla slice ricostruita. Questo compito è finora assegnato all’ “approssimazione” (vedi § A.10.1), ma tale metodo fornisce celle troppo grandi nel caso di distribuzioni del boro molto uniformi. Ad esempio, si può imporre un numero minimo di celle lungo gli assi x e y. 4) Inserire nel modello del CARONTE anche il collo del paziente per stabilire il flusso di particelle che interessano le altre regioni del corpo umano adiacenti al cervello. 5) Sviluppare un sistema automatico di inserimento di dati provenienti dalla TAC (ad esempio, sfruttando i valori Hounsfield presenti nelle slices di TAC), allo scopo di costruire un modello completo del cervello. Tale modello avrà le informazioni sulla consistenza dei tessuti, tramite i dai TAC, e informazioni sulla distribuzione e concentrazione di boro nei tessuti, in base ai dati PET. 6) Rendere di routine la possibilità di variare il valore di U r *, se richiesto dal caso clinico considerato e dalla concentrazione infusa di BPA. Quest’ultimo punto, in realtà, è stato in parte già risolto: infatti, nella configurazione di default, il valore previsto per U r * è pari a 0.15 (cioè il 15% del BPA-F che arriva al cervello, tramite le vie sanguigne, viene ritenuto dallo stesso, per grammo di tumore); ricompilando il file sorgente LISTPIX8.PAS con un nuovo valore per U r *, è possibile effettuare i conti con il nuovo valore.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Giovanni Daquino

Anteprima della tesi: Impiego del codice MCNP-4A nella BNCT (Boron Neutron Capture Therapy), con particolare riguardo allo sviluppo di un metodo originale per la valutazione della dose da cattura neutronica in base a dati PET, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giuseppe Giovanni Daquino Contatta »

Composta da 695 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1800 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile solo in CD-ROM.