Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Per un ritorno a una nuova autonomia dell'ordinamento sportivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 stadio di Tessalonica, proibisce la disputa dei Giochi Olimpici e il 1894 in cui si ha la fondazione a Parigi del Comitato Olimpico guidato dal barone De Coubertine che, dopo due anni, organizza ad Atene i primi giochi dell’era moderna. Analizzando, seppur brevemente, l’evoluzione del diritto nei confronti dello sport, possiamo notare come il mondo Greco ponesse la formazione atletica tra i primi posti dei valori a cui lo Stato doveva ispirarsi, tanto è che si poteva dare solennità alle feste religiose solo se queste erano accompagnate dallo svolgimento di giochi atletici. La stessa architettura degli edifici pubblici era studiata in modo da prevedere spazi e locali idonei per le attività sportive. Possiamo, quindi, affermare che nella Grecia antica, esistesse un diritto sportivo parte del diritto pubblico, in quanto non si poteva concepire uno Stato che fosse privo di una disciplina dello sport. Nel mondo Romano, lo sport perde gran parte della sua nobiltà, del suo valore pedagogico, in quanto i giochi che caratterizzano maggiormente l’età imperiale sono i ludi gladiatori, con i quali i Romani volevano rappresentare, nel modo più reale possibile, la scena delle battaglie. Con la fine della Repubblica, l’arte gladiatoria raggiunse l’apice: nacquero scuole gladiatorie di Stato e dei privati; i combattimenti gladiatori si svolgevano all’interno di giochi ufficiali organizzati dai magistrati della Repubblica, che pensavano di ottenere, con questi spettacoli di sangue, il favore della plebe. Già allora vi

Anteprima della Tesi di Francesco Nati

Anteprima della tesi: Per un ritorno a una nuova autonomia dell'ordinamento sportivo, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Nati Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2683 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.