Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Per un ritorno a una nuova autonomia dell'ordinamento sportivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Peloponneso, spesso fra loro nemiche, si ritrovavano accanto nella sfida sportiva, uniti dal desiderio di divenire immortali agli occhi di Zeus. Tuttavia, la religiosità della manifestazione era destinata a scomparire: man mano che ci si allontanava dalle prime celebrazioni affiorarono casi di corruzione, fioccarono ammende, si comminarono squalifiche (…un po’ come adesso!). Anche il leale agonismo sportivo lasciò il posto ad un esasperato confronto di prestigio fra gli Stati più potenti, che sfociò nella nascita del professionismo: atleti a tempo pieno, mantenuti a spese dello Stato, finirono per inquinare irreparabilmente lo spirito ludico e di fratellanza proprio dei primi Giochi. A infliggere il colpo di grazia alle antiche Olimpiadi furono però le conquiste di Roma. I Romani avevano tenuto la pratica sportiva sempre in alta considerazione ma l’avevano sempre intesa come un’attività cruenta, tanto è che le discipline più praticate erano i ludi gladiatori, il pugilato e la lotta. Pertanto, una volta che anche i Romani furono ammessi a partecipare ai Giochi, e con loro perfino popoli dell'Egitto e dell'Armenia, le competizioni divennero puro spettacolo, dietro il quale si nascondevano ambigui interessi economici. Si erano ormai definitivamente persi i valori della lealtà, dell'amicizia fra popoli, e del dilettantismo. Come abbiamo già detto, con il diffondersi della religione Cristiana, che aveva pianto numerose vittime

Anteprima della Tesi di Francesco Nati

Anteprima della tesi: Per un ritorno a una nuova autonomia dell'ordinamento sportivo, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Nati Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2683 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.