Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marcus Garvey e l'Universal Negro Improvement Association nel periodo statunitense (1919-1927)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 minoranza nera di numerosi movimenti di protesta e di lotta. Vennero fondate associazioni ed organizzazioni che pur lottando per lo stesso obiettivo affrontarono la questione razziale da prospettive differenti e talvolta antitetiche. Gli esponenti riformisti della comunità afroamericana optarono per una strategia “integrazionista” e proposero una politica di collaborazione con i bianchi in modo da favorire un rapido inserimento dei neri nel sistema politico ed economico statunitense allora vigente. Diversamente, una parte della minoranza di colore fu convinta dal trionfo della rivoluzione bolscevica che il modello comunista rappresentasse la soluzione ideale per ottenere il riconoscimento dei propri diritti e l’emancipazione economica dalla schiavitù capitalista. All’interno di questo vivace panorama politico si distinse per originalità e controversia la vicenda del nazionalista nero Marcus Garvey, un giamaicano che fondò e fu leader indiscusso della Universal Negro Improvment Association (Associazione per il Miglioramento Universale dei Neri). Anche se le attività e gli obiettivi della sua associazione erano di carattere internazionale ed i suoi sostenitori sparsi in diversi continenti del mondo, fu negli Stati Uniti che Garvey riscosse maggior successo. L’UNIA si impose in brevissimo tempo come il primo grande movimento di massa nero della storia statunitense -alcuni storici sostengono che l’associazione nei periodi di massima adesione annoverasse tra le sue file sei milioni di membri ed altrettanti simpatizzanti- ed il suo leader in meno di un decennio, tra il 1918 e il 1927, riuscì ad influenzare il pensiero di molti afroamericani come pochi altri uomini riuscirono a fare nel corso di un’intera vita. Giunto negli Stati Uniti nel pieno del processo d’immigrazione d’intere famiglie di colore dalla realtà rurale del Sud a quella industriale del Nord, Garvey vi trovò il clima ideale per diffondere tra i neri un messaggio fondato su concetti d’orgoglio, solidarietà ed autodeterminazione

Anteprima della Tesi di Marco Serafin

Anteprima della tesi: Marcus Garvey e l'Universal Negro Improvement Association nel periodo statunitense (1919-1927), Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Serafin Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1618 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.