Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marcus Garvey e l'Universal Negro Improvement Association nel periodo statunitense (1919-1927)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 uno studio sulla nuova immagine dell’individuo afroamericano, solo un piccolo accenno venne fatto riguardo il ruolo certamente determinante del movimento nazionalista nero. Dopo la deportazione del giamaicano le cose cominciarono a cambiare. Nel 1927 il docente di Harvard Benjamin G. Brawley iniziò a discutere di Garvey e del suo movimento nel testo scolastico A Short History of the American Negro. Lo stesso Brawley nello studio sulla letteratura afroamericana proposto nel 1937 con la pubblicazione di The Negro Genius sottolineò l’influenza di Garvey sulla letteratura del cosiddetto “Harlem Renaissance”. Nel 1930 l’autore afroamericano James Weldon Johnson riconobbe apertamente in Black Manhattan l’importanza di Garvey e del suo messaggio d’orgoglio razziale nel processo di rinascita della comunità nera statunitense, così come fece nell’opera The Negro, Too, in American History (1938) anche Merl R. Eppse. Nel corso degli anni Quaranta e Cinquanta grazie all’interesse di alcuni intellettuali di colore proseguì l’opera di rivalutazione del garveysmo. Lo storico Joel A. Rogers dedicò al presidente dell’UNIA uno dei capitoli del suo libro World’s Great Men of Color (1946), mentre Arna Bontemps e Jack Conroy scrissero del giamaicano in una sezione del loro studio, They Seek a City, sulle rinnovate aspirazioni della comunità afroamericana. L’importanza del garveysmo fu rilevata anche dall’illustre storico John Hope Franklin che già nella prima edizione dell’opera From Slavery to Freedom (1947) affermò: “its significance lies in the fact that it was the first mass movement among African Americans and that it indicated the extent to which they entertained doubts concerning the hope for first-class citizenship in the only homeland they knew.” 3 3 J. Hope Franklin -A.A. Moss, From Slavery to Freedom, Alfred A.Knopf, NY 1947, p. 397.

Anteprima della Tesi di Marco Serafin

Anteprima della tesi: Marcus Garvey e l'Universal Negro Improvement Association nel periodo statunitense (1919-1927), Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marco Serafin Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1618 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.