Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Quando il terzo settore non è solo Onlus: gli enti ecclesiastici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 CAPITOLO I IL TERZO SETTORE IN ITALIA: DATI QUANTITATIVI, RUOLO E QUADRO NORMATIVO. Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse non solo da parte dei cittadini, ma anche delle istituzioni politiche ed economiche per il Terzo Settore, ovvero per quella realtà estremamente ampia e rilevante anche dal punto di vista economico in cui rientrano almeno i seguenti soggetti: associazioni e fondazioni riconosciute (incluse le fondazioni di partecipazione e le fondazioni d’impresa), associazioni e fondazioni non riconosciute, comitati, fondazioni di origine bancaria, organizzazioni di volontariato, Ipab privatizzate, associazioni senza fini di lucro e pro-loco, enti ecclesiastici cattolici, enti religiosi di altre confessioni, organizzazioni non governative (Ong), enti di promozione sociale, enti lirici, cooperative sociali, ONLUS (organizzazioni non lucrative di utilità sociale) e altre ancora. 1. Alcuni dati quantificativi sul settore non profit. Per riuscire a inquadrare meglio il peso che ha raggiunto questo settore, è importante riportare alcuni dati quantitativi ricavati dalla prima rivelazione censuaria delle istituzioni e delle imprese non profit eseguita dall’Istat nel corso del 2000 e presentata a Milano nel 2002 nel corso di un convegno organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano e Unioncamere Lombardia. Alla fine del 1999 le istituzioni non profit attive in Italia erano 221.412, delle quali ben 122.216 (ben il 55,2%) sono state costituite dopo il 1990, dato che prova il forte sviluppo che questo settore ha avuto nell’ultimo decennio. Per quanto riguarda le forme giuridiche adottate, le più diffuse sono le associazioni sia non ricosciute (140.746 a fine 1999) sia riconosciute (61.313).

Anteprima della Tesi di Francesca Palei

Anteprima della tesi: Quando il terzo settore non è solo Onlus: gli enti ecclesiastici, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Palei Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4382 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.