Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo e concentrazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I Introduzione Il principio di libertà, fondamentale in ogni campo dell’attività umana, vale anche nel campo dell’attività economica. L’art. 41 della costituzione, nel primo comma, stabilisce che “l’iniziativa economica privata è libera”. All’iniziativa dei singoli è quindi normalmente rimesso di creare l’impresa e di determinare lo svolgimento dell’attività nel modo più opportuno per la realizzazione del profitto. La libertà di iniziativa economica può trovare limiti nell’esistenza di monopoli legali, nella necessità di autorizzazioni o nella previsione di controlli però, tranne queste attenuazioni, il principio base dell’ordinamento attuale resta quello della libera concorrenza. Scopo di questo elaborato è ripercorrere l’evoluzione storica e normativa che ha portato alla situazione attuale con particolare attenzione al ruolo centrale che il concetto di controllo occupa all’interno della disciplina delle concentrazioni. Dopo aver analizzato il passaggio da una situazione d’indifferenza del sistema giuridico nei confronti di quello economico si studieranno le prime forme di regolamentazione del mercato

Anteprima della Tesi di Luca Sanita

Anteprima della tesi: Controllo e concentrazioni, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Sanita Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1945 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.