Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo e concentrazioni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 2. - Le concentrazioni di imprese nel diritto comunitario L’indagine storica non può trascurare la dimensione sopranazionale della disciplina delle concentrazioni e gli interventi comunitari realizzati nel corso degli anni Cinquanta; in particolare, il merito del Trattato CECA 1 , seppur nei limiti di un’applicazione necessariamente legata a confini ben definiti 2 , è quello di aver creato un sistema organico di disciplina delle concentrazioni d’imprese. La concentrazione è considerata un fenomeno capace di ridurre quantitativamente le imprese operanti sul mercato, con la conseguente perdita di autonomia economica di quelle che scompaiono e, come tale, idoneo ad influenzare il regime di concorrenza in atto. Gli organi comunitari debbono intervenire al fine di garantire il mantenimento della competitività ai livelli precedenti l’operazione di concentrazione. Il principio ispiratore del Trattato CECA è quello della libertà di concentrazione limitato, però, dalla necessità di mantenere in vigore un sistema di concorrenza nel settore. Questo limite non è espresso dagli organi comunitari attraverso divieti bensì in termini di controllo, 1 Stipulato il 18 aprile 1951 e ratificato con legge 25 giugno 1952 n. 766 2 Gli artt. 79 e 80 del Trattato CECA indicano in modo preciso il territorio nel cui ambito operano queste disposizioni, vale a dire quello corrispondente agli Stati firmatari.

Anteprima della Tesi di Luca Sanita

Anteprima della tesi: Controllo e concentrazioni, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Sanita Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1945 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.