Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Donne extracomunitarie nel settore dell'assistenza domiciliare. Un progetto pilota per il loro inserimento socio-lavorativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Ho scelto, a questo scopo, di adottare come punto di vista privilegiato quello delle donne immigrate; utilizzando l'approccio narrativo, come prospettiva dal basso, per cercare di cogliere con "uno sguardo da vicino" le complesse sfacettature che accompagnano le condizioni di vita delle migranti, assegnando alla dimensione lavorativa uno spazio privilegiato di analisi. Ma questo affrontare la complessità delle esperienze non è una passeggiata culturale, è un lavoro lungo che comporta, come dice Laura Balbo, "l’imparare e il disimparare, disimparare rispetto a gerarchie (di valori, di meriti) che diamo per ovvie, con un atteggiamento di continua attenzione e revisione rispetto a quel che ci è stato trasmesso e, soprattutto, voglia di capire quello che siamo abituati a non vedere”. Il lavoro è strutturato in tre capitoli, in ognuno di questi si focalizza l'attenzione su un aspetto chiave per la comprensione del fenomeno. Nel primo capitolo si analizzano i motivi di questa "nuova presenza". L'impianto teorico si articola in una disamina dei molteplici e interdipendenti fattori che hanno inciso sulla crescita della domanda di cura e sull'impossibilità per molti nuclei familiari di continuare ad autoaddossarsi le responsabilità di assistenza dei soggetti più deboli. Si farà particolare riferimento ai cambiamenti della struttura familiare e all'inserimento della donna nel mercato del lavoro. Donne autoctone, che in seno alla famiglia si sono tradizionalmente prese cura di bambini, anziani e invalidi, ma che oggi, vista la crescente partecipazione al mondo del lavoro, fanno sempre più fatica ad armonizzare i tempi della "doppia presenza". Nella seconda parte si evidenzia il contesto economico, demografico e sociale nel territorio della ULSS17 di Conselve - Este - Monselice - Montagnana, dove a seguito di un'attenta valutazione dei bisogni territoriali è stato pianificato un modello di intervento formativo per l'inserimento socio - lavorativo delle donne extracomunitarie e per la creazione di una struttura di informazione e accompagnamento per le famiglie che assumono una badante. Infine, nell'ultima parte, è stato dedicato ampio spazio all'indagine qualitativa. Attraverso undici interviste semi-strutturate la ricerca si propone di esplorare i difficili percorsi migratori che queste donne hanno affrontato per arrivare in Italia

Anteprima della Tesi di Silvia Russo

Anteprima della tesi: Donne extracomunitarie nel settore dell'assistenza domiciliare. Un progetto pilota per il loro inserimento socio-lavorativo, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Silvia Russo Contatta »

Composta da 153 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2690 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.