Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pattern di sviluppo a confronto: la periferia europea e il Sud-est asiatico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Pattern di sviluppo a confronto: la periferia europea e il Sud Est asiatico Preview economie più avanzate. Da una parte, si considereranno i Paesi europei a sviluppo tardivo (Grecia, Irlanda, Spagna e Portogallo) che hanno intrapreso una parte consistente del processo di sviluppo nell’ambito della Comunità Europea e, dall’altra, si analizzerà l’esperienza di crescita di alcuni Paesi del Sud Est asiatico (Corea del Sud, Filippine, Indonesia, Malesia, Singapore, Tailandia e Taiwan) che si sono autonomamente inseriti nella divisione internazionale del lavoro. La riduzione del divario di produttività del fattore lavoro, caratteristica principale del processo di catch-up, può essere interpretata secondo due ottiche fondamentali. La prima attiene alla riduzione dello scarto di output per lavoratore attraverso una contrazione –e al limite l’eliminazione- della differenza nelle dotazioni in capitale fisico ed umano per lavoratore. Questa è la via tradizionalmente auspicata dai modelli di crescita neoclassica, secondo i quali la transizione verso lo stato stazionario è caratterizzata da periodi temporanei di intensa crescita. Un’altra possibilità di ridurre il gap di produttività si presenta se si suppone che esso derivi da un livello inferiore -rispetto all’economia leader- di produttività totale dei fattori (di seguito TFP: Total Factor Productivity), cioè da una situazione di più o meno marcata arretratezza in una serie di ambiti tra i quali: la diffusione della tecnologia, la propensione del sistema economico all’innovazione, l’efficiente allocazione delle risorse e la capacità di sfruttare le economie di scala. Nella prima partesi questa trattazione, si procederà a valutare la rispettiva importanza del processo di accumulazione dei fattori e della produttività totale nell’ambito dell’esperienza di sviluppo dei due gruppi di economie. In primo luogo, per mostrare la relazione esistente fra TFP e pattern di sviluppo intrapreso da un’economia si presenterà, innanzitutto, la nozione di produttività totale dei fattori per poi analizzare il ruolo che, secondo Easterly e Levine [2000], la TFP ricopre nel determinare la crescita di ogni economia. In secondo luogo, verranno considerate delle analisi riguardanti le due suddette fonti della crescita economica nei Paesi del Sud Est asiatico. Questa rassegna di studi sarà articolata nella delineazione dell’approccio metodologico seguito da ogni autore, nella 2

Anteprima della Tesi di Luca Roccheggiani

Anteprima della tesi: Pattern di sviluppo a confronto: la periferia europea e il Sud-est asiatico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Roccheggiani Contatta »

Composta da 287 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1592 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.