Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il franchising come strategia di crescita esterna volta al mantenimento e allo sviluppo di vantaggi competitivi durevoli. Un caso concreto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.3 Il vantaggio competitivo 13 Preliminare all’esposizione dei maggiori modelli strategici, risulta l’introduzione al concetto di vantaggio competitivo: con tale termine si indica una posizione favorevole che un’impresa raggiunge (e cerca di mantenere) nei mercati in cui opera in virtù dell’elaborazione e dell’implementazione di strategia volte principalmente a conseguire costi inferiori e redditi superiori rispetto alle imprese rivali: in definitiva, attraverso il possesso, la creazione, l’acquisizione dei fattori che permettono di conseguire tali obiettivi strategici, l’impresa gode di una posizione favorevole rispetto ai concorrenti, ovvero detiene un vantaggio competitivo, che si concretizza principalmente in un vantaggio di costo e/o di differenziazione. Il vantaggio di costo può derivare: • da una migliore utilizzazione delle risorse o delle attività generatrici di valore dell’impresa (impianti di produzione, strutture distributive, strutture logistiche, strutture di servizi di assistenza al cliente, strutture di R&S, ecc.); • dall’adozione, nell’ambito di una data tecnologia di processo, di impianti o di processi operativi con capacità produttiva e rendimenti tecnico-economici più elevati (sfruttamento di economie di scala tecnologiche); • da una sistematica innovazione delle tecnologie di processo (produttivo, logistico, informativo, ecc.) e di prodotto che consente all’impresa di operare con maggiori livelli di efficienza rispetto ai concorrenti; 13 L’ espressione ‘ vantaggio competitivo’ è attribuibile a M.E. PORTER, cosicché il titolo del paragrafo dovrebbe essere ‘Il vantaggio competitivo di Porter’; tuttavia, il paragrafo intende essere un’introduzione generale al concetto di vantaggio competitivo, che come si vedrà, si è sviluppato sotto altre definizioni attraverso opere precedenti quelle di Porter. L’approfondimento dell’approccio di Porter al vantaggio competitivo è comunque compiuto nel successivo Paragrafo 1.4 .

Anteprima della Tesi di Luigi Venturi

Anteprima della tesi: Il franchising come strategia di crescita esterna volta al mantenimento e allo sviluppo di vantaggi competitivi durevoli. Un caso concreto, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luigi Venturi Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7627 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.