Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie concorrenziali nell'handling aeroportuale: il caso Alitalia Airport

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 parte di quelle imprese che fornissero servizi di handling a favore di se stessi al momento dell’entrata del decreto 11 . In tal modo si è salvaguardata la possibilità ed i diritti di quelle imprese che già esercitavano attività di auto-produzione e che, a seguito del successivo decreto introdotto, avrebbero visto sensibilmente pregiudicata la loro concreta operatività con evidenti conseguenti pregiudizievoli ricadute sull’assetto economico-imprenditoriale della loro attività d’impresa. Molto probabilmente il processo di privatizzazione degli aeroporti italiani non si completerà nel breve periodo, infatti, molti di essi stanno ancora attendendo la trasformazione della concessione da gestione parziale a gestione totale, per poi procedere ad una valutazione di fattibilità economica del processo stesso. Non bisogna dimenticare inoltre che molti aeroporti minori non generano un traffico sufficiente a garantire un profitto al netto dei costi per la manutenzione e l’ammortamento delle infrastrutture, attualmente a carico del Ministero dei Trasporti. Se escludiamo i sistemi aeroportuali di Milano e Roma, che totalizzano da soli il 60% del traffico passeggeri e il 75% di quello merci, ci sono solamente altri 12 scali che superano il milione di passeggeri annui e di questi solo, Napoli, Venezia e Catania raggiungono la soglia dei tre milioni. Considerando che l'impresa aeroporto presenta notevoli economie di scala e che i costi per unità di traffico diminuiscono sensibilmente dopo aver raggiunto i primi due milioni di passeggeri, si può intuire come in questo momento la gestione aeroportuale può iniziare ad essere profittevole solamente per pochi scali italiani. 11 C.Angelone, S.M.Carbone, G.Mastrandrea, C.Medina, F.Munari, M.Riguzzi, R.Tranquilli Leali (2000), La liberalizzazione dell’attività di assistenza aeroportuale a terra, Milano, Giuffrè, pp. 77-80

Anteprima della Tesi di Enrico Maria Malato

Anteprima della tesi: Strategie concorrenziali nell'handling aeroportuale: il caso Alitalia Airport, Pagina 14

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Enrico Maria Malato Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6049 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.