Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie concorrenziali nell'handling aeroportuale: il caso Alitalia Airport

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’apertura del mercato dell’handling ha messo in competizione tutte le aziende che in esso vi operano e stimolato la loro capacità di migliorarsi per attrarre nuovi clienti-vettori, specialmente in un mercato dove la differenziazione del servizio risulta minima, tanto da indurre alla ricerca di strategie alternative. Tutti gli scali aeroportuali italiani hanno visto la nascita di numerose aziende fornitrici di servizi di handling, alcune delle quali nate da aziende che vi operavano come gestori (l’esempio di Aeroporti di Roma handling nata da Aeroporti di Roma S.p.A. ne è un caso) altre ancora nate da una trasformazione di compagnie aeree che operavano in auto-produzione precedentemente al decreto. L’esempio più rilevante di una tale trasformazione è quello di Alitalia Airport S.p.A., azienda nata da una decisione e trasformazione del Gruppo Alitalia che fino all’introduzione del decreto operava in autoproduzione 1 e che oggi invece si presenta come un’azienda capace di fornire un efficiente full-handling 2 a vettori terzi. Alitalia Airport, è nata in seguito all’apertura del nuovo mercato dell’handling aeroportuale ed è riuscita sin dall’inizio a presentarsi tra le più competitive nel settore nazionale, occupando anche una posizione d’avanguardia in quello europeo, specialmente sullo scalo londinese di Heatrow. L’obiettivo di questa tesi è proprio lo studio delle strategie di marketing adottate da Alitalia Airport nel mercato dell’handling aeroportuale italiano, evidenziando tutti gli aspetti che la caratterizzano, dalle attività che svolge alla scelta di un’adeguata politica di prezzo e comunicazione, dalla cura del proprio personale di contatto alla ricerca della qualità come elemento di forza, dalla scelta di un giusto posizionamento nel mercato italiano ed in quello inglese. 1 Si autoassisteva nell’assistenza aeroportuale limitatamente alle disposizioni di legge in vigore. Non poteva però fornire tale servizio a terzi vettori. 2 Capace di fornire tutti i servizi di handling richiesti dal vettore.

Anteprima della Tesi di Enrico Maria Malato

Anteprima della tesi: Strategie concorrenziali nell'handling aeroportuale: il caso Alitalia Airport, Pagina 2

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Enrico Maria Malato Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6049 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.