Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il regime giuridico della pesca

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I : IL REGIME GIURIDICO DELLA PESCA 24 1.3 L’oggetto del diritto di Pesca Il regime giuridico delle res, che formano oggetto dell’attività di pesca e più in generale delle risorse delle acque, ha un posto preminente nello studio dei problemi giuridici della materia, e tra i numerosi aspetti che il problema comporta, la dottrina storicamente prende in esame la loro condizione di beni. È noto infatti che la dottrina generalmente non considera beni le cose che, nel loro stato naturale, sono prive di funzione economica e sociale, e ritiene che esse divengano beni solo con l’appropriazione, la occupatio 11 , cosicché le res nullius, nella loro condizione di natura, senza quest’ultima, non sarebbero beni in senso giuridico 12 . Si deve rilevare, tuttavia che, in generale, le risorse biologiche delle acque sono invece, beni anche in senso giuridico, in quanto, estranei ai soggetti che li utilizzano, possono formare oggetto di rapporti giuridici, avendo una precisa individuazione nel mondo esterno, presentando la possibilità di assoggettamento. Le risorse biologiche e quindi l’oggetto della Pesca, sono generalmente considerate beni mobili, tra l’altro come beni mobili per anticipazione, e riguardo alla loro relazione coi soggetti della pesca, possono inoltre qualificarsi o come beni futuri, o addirittura come frutti. La non appartenenza di tali beni al soggetto pone in essere la tipica attività negoziale che si concreta con l’occupazione. 11 Sulla natura della occupatio: BARASSI, Proprietà e comproprietà, 2 a ediz. Milano, 1951 12 Lo studio dell’assenza di rapporto tra soggetto e risorsa biologica è affrontato da SAVIGNY, Diritto del possesso, Firenze, 1939 pag. 215; nonché da SCALFATI in Considerazioni sul furto di pesci, Riv. Pesca 1962 , 79

Anteprima della Tesi di Mario Lombardi

Anteprima della tesi: Il regime giuridico della pesca, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mario Lombardi Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2986 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.