Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Utopia e distopia in ''Die andere Seite'' di Alfred Kubin

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I fogli singoli, disegni fatti a penna, sono la parte più ampia e più varia dell'opera di Kubin e accompagnano l'autore per tutta la vita, sono composti cioè in un arco di tempo dal 1897 al 1957, due anni prima della morte. Si dividono per forma in schizzi, studi e 31 abbozzi; per tecnica in disegni a penna semplice, che a volte mostrano ancora tracce di abbozzo a matita sotto l'inchiostro, e acquarelli. Sono per lo più firmati «A. Kubin» e qualche volta datati. Molti hanno un titolo dato da Kubin e scritto personalmente da lui, altri un titolo scritto da un'altra mano, a volte su indicazione di Kubin e a volte inventa- to liberamente dallo scrivente. Ad alcuni è stato cambiato il titolo in occasione di pub- blicazioni. I materiali che Kubin usa sono penne, matite, pennelli, inchiostro di china, acquarelli, retini e spazzolini da denti; la carta è quella delle mappe catastali ereditate dal padre, che Kubin usa sulla facciata libera. Per cartelle e volumi s'intendono le rac- colte di disegni che Kubin ha compilato personalmente e i cicli di disegni considerati unità artistica. Malgrado legami tematici, cronologici e di atmosfera interni alle varie raccolte, ogni disegno è abbastanza autonomo. Questi disegni si distinguono da quelli singoli per la tecnica, per lo più semplice disegno a penna. Spesso un tema è ripetuto in molti disegni, con variazioni. Il terzo grande gruppo di opere di Kubin consiste in illu- strazioni di libri, soprattutto di autori del diciannovesimo secolo, fra questi in particola- re i romantici, e di suoi contemporanei. Fra questi spiccano Poe, Dostoevsky, Hof- fmann, Nerval, Strindberg e l'amico Meyrink; Kubin illustra anche (1913) il libro del profeta Daniele nell'ambito di un progetto del Blauer Reiter sulla Bibbia. 31 G. ROGGENBUCK (ivi, p. 13) usa i termini Skizze, Studien e Entwürfe; quest'ultimo è tradotto con «abbozzi» per distinguerlo da «schizzi» 17

Anteprima della Tesi di Michela De Paoli

Anteprima della tesi: Utopia e distopia in ''Die andere Seite'' di Alfred Kubin, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michela De Paoli Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10605 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.